Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Matera
Codice fiscale/Partita IVA 80002870774
Comune Matera
CAP 75100
PEC comune.matera@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante Raffaello De Ruggieri
Responsabile del procedimento
Nominativo CLAUDIO MONTINARO
Email claudio.montinaro@comune.mt.it
Telefono 0835241359
Ruolo assistente area tecnica
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene TORRE METELLANA
Localizzazione
Localita' Matera
Indirizzo Via San Nicola del Sole Sasso Barisano s.n.
Coordinate geografiche 40.668190, 16.610949 (WGS84)
Riferimenti catastali
Comune Matera
Foglio 159
Particella/e 1083
Descrizione del bene
Natura prevalente Manufatto
Periodo di realizzazione Inizio secolo XI
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto La Torre Metellana è parte della struttura difensiva, ormai cancellata, che proteggeva la Civita, l'acrocoro che domina i Rioni Sassi e che, con buona probabilit?, è la prima forma di insediamento urbano della citt?, risalente al VII secolo in epoca Longobarda. Oggi la torre è uno degli elementi identificativi degli antichi rioni, posizionata a nord-ovest della piazza del Duomo, a marcare il confine fra la Civita e il Sasso Barisano.
Sintesi morfologica e tipologica E' una torre circolare in conci di tufo calcareo, dalla tessitura incerta, il cui interno è ricolmo di terriccio. Parzialmente inglobata nell'antico Palazzo Gattini, era, probabilmente, posta a controllo dell'adiacente porta di San Nicola del Sole.
Storia la Torre Metellana faceva parte della cinta muraria difensiva che proteggeva la Civita, la parte della citt? che si trova sul pianoro e, vista la sua posizione e le sue caratteristiche, da sempre il bastione difensivo e il cuore politico e religioso della citt?. E' infatti una sorta di fortezza e di acropoli, affacciato sul burrone della Gravina e in tale posizione bastava una cinta di mura per renderla praticamente inespugnabile. Una antica cronaca di Eustachio Verricelli, ci informa che le torri lungo le mura dovevano essere sei, e fatte edificare nell XI sec., a proprie spese, da un certo Metello, valoroso capitano, che riport? vittorie sui Saraceni e prese stabile dimora nella citt?. Da qui il nome Torre Metellana. L'altra torre superstite di questa antica fortificazione è la torre Capone, visibile per? dal Sasso Caveoso, mentre la Porta di Suso, l'arco dal quale si accede alla Cattedrale, è l'unico altro elemento visibile di questo antico sistema difensivo. La leggenda invece, attribuisce la costruzione della torre addirittura al Console romano Quinto Cecilio Metello Numicidio, che sarebbe a Matera morto lasciando il suo nome alla citt?: Methola».
Destinazione d'uso Non utilizzato
Periodo di fruizione La torre è visitabile dall'esterno in tutti i giorni dell'anno.
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Guida e assistenza didattica
- Visita e vigilanza
Non fruibilita' Si Tratta di una opera di fortificazione senza vani interni, l'unica fruibilit? ipotizzabile è la visita dall'esterno nell'inquadramento del sistema delle cinte murarie che, in epoche diverse, hanno interessato la citt
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Non risultano interventi di restauro che abbiano interessato il manufatto.
Risorse necessarie per opere murarie 500000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 0
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro Le risorse economiche indicate potrebbero garantire il restauro della struttura muraria della torre e un'approfondita indagine archeologica e storico critica, utile ad una più precisa definizione dell'epoca di costruzione riferita al più ampio contesto delle antiche cinte murarie della citt
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta L'amministrazione Comunale gestir? direttamente la manutenzione e la tutela del bene al fine di garantirne la conservazione.
Disponibilita' a forme di gestione indiretta Si, previa valutazione di proposte coerenti con le previsioni dell'Amministrazione Comunale, la struttura pu? essere inserita nel più generale circuito di visita dei Rioni Sassi gestito dalle guide turistiche certificate.
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale Non esiste uno specifico piano di gestione, la gestione del bene rientrer? nella più generale gestione dell'intero comprensorio dei Rioni Sassi a cura dell'Amministrazione Comunale.
Sostenibilita' finanziaria Trattandosi di un bene non direttamente utilizzabile per scopi specifici la sostenibilit? sar? a totale carico dell'Amministrazione Comunale.
Vincoli su territorio Vincolo paesaggistico e culturale ai sensi del D. L.gs 42/2004. Il bene ricade nella core zone del sito UNESCO "I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera".
Conformita' urbanistica Conforme alle Previsioni Generali del Recupero in attuazione della L. 771/86 per il recupero dei Rioni sassi di Matera.
Conformita' ambientale L'intervento ipotizzato è conforme alle norme ambientali.
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Nessuna