Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione AMMINISTRAZIONE COMUNALE FERRANDINA
Codice fiscale/Partita IVA 80000550774
Comune Ferrandina
CAP 75013
PEC comune.ferrandina.mt@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante SAVERIO D'AMELIO
Responsabile del procedimento
Nominativo DOMENICO MAZZIOTTA
Email antonio.menzella@libero.it
Telefono 0835756204
Ruolo Responsabile Area Amministrativa
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene ARCHIVIO STORICO COMUNALE
Localizzazione
Localita' Ferrandina
Indirizzo Calata San Domenico Ferrandina 1
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune Ferrandina
Foglio 101
Particella/e 680
Descrizione del bene
Natura prevalente Complesso architettonico
Complesso strutturale Il bene appartiene ad un sistema omogeneo di Beni Culturali.
Periodo di realizzazione Seconda metà secolo 1610
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto L'area in cui il bene e' inserito, appartiene ad un ambito a forte valenza simbolica con un rapporto visivo diretto, con luoghi celebrati dalla devozione popolare, dalle guide turistiche, dalle rappresentazioni
Pittoriche, teatrali o letterarie.
Il Complesso architettonico è inserito nel centro storico del Comune di Ferrandina in posizione dominante rispetto al contesto abitativo.
Sintesi morfologica e tipologica Ad oggi è necessario e indispensabile ricostruire il vincolo archivistico originario disperso sia a causa di vari traslochi sia a causa di operazioni di riordinamento effettuate secondo criteri non scientifici. L'intervento da porre in essere mira alla conservazione del patrimonio suddetto, attraverso un'opera di valorizzazione, di promozione e di fruibilit? mediante il restauro di documenti e testi, l'ordinamento, l'inventariazione, l'informatizzazione e la digitalizzazione del patrimonio archivistico. Gli interventi descritti sono considerati straordinari, in quanto esulano effettivamente dall'attivit? di ordinaria e corrente cura degli interessi coinvolti e non sono, per tale ragione, compresi nella programmazione e nella relativa destinazione delle risorse finanziarie di questo Ente.
La prima fase sar? di tipo prettamente archivistico, poiché si proceder? alla ricerca del nucleo archivistico e bibliografico di cui si compone l'archivio ed alla separazione della documentazione storica da quella dell'ultimo quarantennio (archivio di deposito). Si dovr? procedere alla spolveratura e dove sar? necessario al condizionamento, poiché attualmente alcune cartelline che contengono i documenti sono erosi e consumati dal tempo e si rischia la totale perdita della memoria storica e del patrimonio bibliografico. Durante la seconda fase in un primo momento si proceder? ad effettuare il riordinamento del fondo sulle carte e non sulla carta. Successivamente, si passer? alla digitalizzazione delle serie più interessanti, operazione intesa come strategia di conservazione e valorizzazione globale del patrimonio culturale e come trasposizione parziale o integrale di complessi documentari.
Storia L'Archivio storico del Comune di Ferrandina conserva materiale cronologicamente compreso tra il 1785 ed il 1950 a cui sar? aggiunto il carteggio storico ancora conservato presso l'Archivio di deposito comunale sito in Via Mazzini/ex Asl.
Il nucleo documentale più antico è quello che necessita di urgenti restauri poiché è ridotto nella forma di carte sciolte. Fra i documenti di maggiore interesse storico attualmente individuabili si citano:

Indice delle tasse catastali 1792
Indice dei fuochi 1787
Indice dell'imposizione del tabacco 1785
Catasto onciario 1791
Ufficio di Conciliazione 1838
Atti del Demanio 1889
Registri dello Stato Civile dal 1809
Destinazione d'uso Culturale visitabile
Periodo di fruizione L'Archivio riordinato potr? essere aperto tutti i giorni per visite guidate e ricerche storiche (su prenotazione o con l'ausilio di risorse esterne).

Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Informazione
Servizi attivabili - Sussidi e materiale informativo
- Riproduzioni
- Gestione di raccolte discografiche, di diapoteche e biblioteche museali
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Pulizia
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Non fruibilita' per assenza di servizi in loco di archivisti e per assenza di ordinamento del Fondo
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Un primo intervento per il recupero, la valorizzazione e la fruibilit? del patrimonio documentale è stato effettuato nel 2004 grazie ad un finanziamento richiesto a valere della quota dell'otto per mille 2002.
Nell'anno 2008 è stato effettuato il trasloco dell'Archivio da S.Chiara a S.Domenico e il locale è stato provvisto dal GAL Le Macine di un pc provvisto di un database per le ricerche (non consultabile a causa di un mancato riordinamento sulle carte).
Risorse necessarie per opere murarie 200000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 100000
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta NO, per mancanza di personale specializzato
Disponibilita' a forme di gestione indiretta SI
Risorse aggiuntive SI
Sostenibilita' gestionale fondi regionali e comunali
Sostenibilita' finanziaria Si prevede di compensare i costi di esercizio, escluso il personale, attraverso pubblicazioni, convegni, conferenze ed altre manifestazioni.
Vincoli su territorio beni archsitettonici
Conformita' urbanistica SI
Conformita' ambientale SI
Eventuali risorse aggiuntive SI
Stato della progettazione Progettazione preliminare