Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Tricarico
Codice fiscale/Partita IVA 80002860775
Comune Tricarico
CAP 75019
PEC comune.tricarico.statocivile@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante Angela Marchisella
Responsabile del procedimento
Nominativo VINCENZO GRASSANO
Email vincenzo.grassano@comune.tricarico.mt.it
Telefono 0835526130
Ruolo Responsabile Area Tecnica -Ufficio Cultura
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Torre Saracena ed anfitetaro
Localizzazione
Localita' Tricarico
Indirizzo Rione Saraceno Saracena
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune Tricarico
Foglio 81
Particella/e 1217
Descrizione del bene
Natura prevalente Manufatto
Periodo di realizzazione Anno 1000
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto adiacente alla Porta Saracena, realizzata intorno al sec. X , costituita da un arco a tutto sesto, affiancato, nei secoli successivi, da un'altra apertura più piccola, sempre con arco a tutto sesto. Essa dava accesso al fortilizio arabo ivi ubicato che comprendeva, quali strutture di difesa, le mura perimetrali di fortificazione e la torre. Tale fortificazione ha continuato a fungere da difesa di questa parte della citt? anche con l'avvento dei bizantini e poi dei normanni.
Sintesi morfologica e tipologica Il quartiere si sviluppa attorno al fortilizio arabo del quale si conserva la porta, la torre, e parte delle mura di fortificazione. La saracena occupa la parte estrema a nord dell'abitato, fino al margine di un pianoro che si apre sul profondo vallone del torrente Milo.
Storia Nei secoli IXX i Saraceni, fissarono degli acquartieramenti nei centri più elevati e strategici della Basilicata. Dagli iniziali presidi militari di confine, crebbero dei veri quartieri residenziali. La Saracena e la Rabata, mantenendo distinte le due tipologie urbane, ne rappresentano le fasi evolutive. La prima come fortilizio sull'estrema propaggine Nord dello sperone di roccia su cui sorge Tricarico a vedetta delle valli del Bradano e del Basento, l'altra la Rabata come nucleo di espansione a sud est con i segni urbanistici della tradizione insediativa araba. Elementi architettonici di origine araba sono la torretta cilindrica di avvistamento, resti di mura, la porta, e alcuni particolari architettonici entrati a far parte delle modalit? costruttive per i secoli successivi. Interventi di demolizione successivi agli anni 70 e progetti di sistemazione dell'area, attuati in tempi recenti, hanno contribuito alla perdita di eventuali tracce dell'antico insediamento. Il sito si trova attualmente in stato di estremo degrado e abbandono per la mancanza di controllo e manutenzione.
Destinazione d'uso Culturale
Periodo di fruizione festivi
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Dopo il sisma dell'80 in cui venne maggiormente danneggiata si intervenne con una operazione di restauro della porta e con la realizzazione di parte dell'anfiteatro, la cui opera non venne ultimata e completata
Risorse necessarie per opere murarie 500000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 0
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro la necessita' dell'Amministrazione Comunale e' quella di poter completare il complesso che ha gia' in sé un elevato valore storico-artistico, e, successivamente, sicuramente riferimento turistico, centro di aggregazione culturale e sociale per la Comunita'
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta L'amministrazione intende attivare forme di gestione diretta mediante il convolgimento di associazioni e/o privati che intendono attivare servizi per la fruibilit? del sito.
Disponibilita' a forme di gestione indiretta L'amministrazione altresi disponibile ad attivare forme di gestione indiretta qualora la Regione predisponesse un piano di finanziamento di imprese di gestione beni culturali ed eventuali accordi per la messa a disposizione del bene
La destinazione è quella di auditorium/anfiteatro all'aperto per spettacoli musicali e teatrali
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale si sta valutando la predisposizione di un piano di gestione
Sostenibilita' finanziaria si sta valutando la predisposizione di un piano di gestione
Vincoli su territorio Vincolo paesaggistico ambientale
Conformita' urbanistica conforme
Conformita' ambientale conforme
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione preliminare