Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Persona giuridica privata senza fine di lucro
Denominazione Associazione
Codice fiscale/Partita IVA 90017110777
Comune Pisticci
CAP 75015
PEC comune.pisticci@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante Leonardo Rocco Rosano
Responsabile del procedimento
Nominativo ADELE ESPOSITO
Email bibliotecapisticci@hotmail.it
Telefono 0835583424
Ruolo Responsabile Servizi Culturali, Turismo, Spettacolo e Biblioteche Comunali
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene Feste Patronali di San Rocco - Pisticci
Localizzazione
Luogo culturale La festivit? tenuta nel Comune di Pisticci in onore del santo Patrono - San Rocco - coinvolge tutti gli operatori culturali del territorio, le associazioni, i cittadini, i giovani. Gli eventi e le tradizioni, conservate nel tempo, sono attivit? di richiamo per turisti e visitatori occasionali. Le attivit? ricreative sono concentrate nel centro storico di Pisticci e nelle frazioni e contrade circostanti (Marconia, Tinchi, Marina di Pisticci, localit? limitrofe). Partecipazione è data anche dagli imprenditori, agricoltori ed operatori commerciali.
Localizzazione geografica Pisticci. La processione dei Santi nei giorni 15, 16 e 17 agosto vede protagoniste tutte le parrocchie del Comune e quindi delle comunit? dei fedeli e dei laici ad esse appartenenti per devozione e/o localizzazione. In particolare, la processione del Santo Patrono, la cui statua è portata a spalla per tutto il tragitto dai membri dell�??Associazione Portatori di San Rocco il 16 agosto di ogni anno dalle prime luci dell'alba e fino a tarda sera, è occasione di riproposizione di tradizioni e cultura popolare autoctona. La sfilata del Carro Trionfale, scortato da cavalieri e dalle autorit?, le bande musicali, la presenza di associazioni folkloristiche in costume, mantengono viva la devozione e la partecipazione della comunit? tutta alle giornate di eventi. La Chiesa situata in piazza Plebiscito a Pisticci centro è oggi in attesa di ristrutturazione o comunque di messa in sicurezza. Trattasi di edificio di valenza storico/artistica, progettato e realizzato dall�??arch. Bruno Ernesto Lapadula, è soggetto ad assestamenti del terreno successivi alle frane che hanno interessato il territorio. Purtroppo oggi ne è stata decisa la chiusura al pubblico in attesa di ristrutturazione.
Descrizione del bene
Aree tematiche - Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
- Demoetnoantropologica (Tradizioni, riti, ...)
- Linguistica (dialetti, ...)
- Artistica
- Saperi tecnici e artigianali
- Santità e vissuto religioso
- Territoriale-ambientale
Valutazione interesse culturale L'interesse culturale dei festeggiamenti in onore di San Rocco (e dei SS. Assunta e Vito) mira alla salvaguardia e alla conservazione della tradizione locale e, della stessa, la valorizzazione e la possibilit? di renderla fruibile alle generazioni future, a memoria storica e di identit? (come da art. 9 Cost.)
Contesto Ripetuti ed approfonditi studi hanno ricondotto ad un particolare momento storico lo sviluppo della fede e devozione per San Rocco a Pisticci. In particolare, nel 1656, gran parte del meridione italiano veniva devastato da un'epidemia di peste mentre il territorio pisticcese ne rimaneva miracolosamente immune. Per scongiurare il pericolo della malattia, la popolazione, senza distinzione di ceto sociale, rivolse le proprie preghiere a San Rocco. Molti fedeli testimoniarono di aver addirittura intravisto, sulle mura del paese, l'immagine del Santo nell'atto di benedire.
Tale e tanta fu la volont? di riconoscere gratitudine al miracolo operato dal Santo che fu proclamato protettore di Pisticci. La prima statua di San Rocco venne posta nel Convento di Santa Maria delle Grazie, comunemente detto Chiesa di Santo Antonio. La statua che ancora oggi viene portata in processione il 16 agosto ed a cui i fedeli fanno voto e chiedono grazie è collocata nella Chiesa di San Rocco in Piazza Plebiscito. Il valore delle tradizioni radicate nel tempo rende gli eventi unici nel loro genere. Il loro tramandarsi ne impedisce la sparizione.
Descrizione modalita' di gestione I festeggiamenti in onore del Santo Patrono si ripetono di anno in anno secondo un iter scandito dalle memorie. Le Feste di Pisticci, nei giorni centrali di agosto, minuziosamente programmate da un'attenta Associazione nata a tale scopo, richiamano migliaia di fedeli, curiosi, turisti, avventori, residenti e non. La tradizione vuole che il Santo sia portato in processione a spalla lungo le vie del paese: il forbito gruppo dei Portatori di San Rocco, formato da giovani entusiasti di poter partecipare, si "prende cura" meticolosamente della Statua del Santo.
I residenti, lungo il percorso in processione, non mancano mai di lanciare profumate foglie di basilico riconosciuto come antico incenso.
Dal 12 agosto e fino al termine delle manifestazioni la cittadina pisticcese è arricchita da artistiche luminarie montate lungo le vie e nelle piazze principali. 60 arcate, spalliere, 50 rosoni, cassa armonica e palchi, rendono lo scenario del paese ancora più singolare.
Plauso è dato anche ai cavalieri che scortano il Carro Trionfale in occasione della tradizionale asta cui anticamente partecipavano feudatari e borghesi provenienti da Policoro e San Basilio, oggi aperta a chiunque voglia prenderne parte. Negli ultimi anni (2014 - 2015) si è assistito al ritrovato piacere di addobbare a festa i rioni della cittadina: la popolazione residente si dedica alla ricerca di documenti -foto e testi -, e alla ricerca di drappi, costumi tradizionali, realizzando un contesto suggestivo ed una palpabile partecipazione di chiunque inceda nelle vie del luogo.
Caratteristiche significative San Rocco divenne patrono in seguito ad un evento drammatico come quello della peste. Tale circostanza fortific? la convinzione che fosse il protettore anche di malattie gravi, della famiglia, delle nozze, del lavoro. Si invocava il nome del Santo come aiuto nei momenti di necessit?. Anticamente si era soliti portare in processione una piccola statua del Santo fino alla casa del malato affinché potesse meglio intercedere per la guarigione. Il malato, una volta guarito, doveva riportare la statua posta alla sua veglia nella chiesa o cappella da cui era stata prelevata. Singolare è che tale processione doveva avvenire alla presenza dei parenti e amici vestiti a festa e del guarito con gli abiti del proprio matrimonio.
Nel percorso della processione, che interessa gran parte della cittadina, il Santo veniva fermato ed adagiato su tavoli imbiancati di pizzo e decori posti davanti o nei pressi delle abitazioni in cui dimorava chi avesse ricevuto una grazia. Ancora oggi, al forte odore di basilico, sorretto dalle forti braccia dei Portatori, accompagnato da devoti a piedi scalzi, esaltato da fragorosi applausi della folla, la statua di San Rocco fa visita ad ogni quartiere/rione, fa sosta su tavoli immacolati per permettere a bambini ed adulti di poter fotografare, porre un fiore oppure fare un'offerta. Ma le visite del Santo Patrono non si limitano a Pisticci Centro: la statua è portata in visita in tutto il Comune, Tinchi, Marconia, San Basilio, Marina di Pisticci, Pisticci Scalo, dove è accolta assolutamente in festa.
I festeggiamenti nella cittadina di Pisticci si intrecciano e snodano intorno alla devozione del Santo da oltre trecento anni. Anticamente i giorni dedicati ai festeggiamenti erano richiamo per coloro i quali vivevano nei fondi circostanti: il 15 agosto si teneva, in piazza Plebiscito il tradizionale ingaggio dei braccianti da parte dei feudatari. Oggi tutte le manifestazioni, civili e religiose, riunite in unico programma, coinvolgono e rendono protagonista l'intera comunit?, laica, cattolica e di culto diverso da quello cattolico. Dal 12 agosto e fino al 18 gli eventi vengono attentamente seguiti dalla stampa per cui i pisticcesi ed i Lucani in genere, fuori sede o nelle localit? d'America (Canada - Toronto), impossibilitati a fare rientro, possono in tal modo seguire gli avvenimenti. In particolar modo non mancano, da parte di tali comunit?, pensieri, doni in denaro e note di gratitudine e devozione inviate, annualmente, a Pisticci in occasione delle Feste.
Nei territori limitrofi non vi è festa e tradizione più grande e consolidata.
Bibliografia Luigi LAROCCA- Storia di Pisticci (ristampa di Pisticci e i suoi canti), 2000 Edizioni Vivere in - pagg. 131 e ss.
P. D'Avenia, 1688, La caduta e la rovina della Terra di Pisticcio nostra patria e nuova edificazione di essa, in C.M. Ieno De Coronei, Sinodo Materanense del 1567, Napoli, s. ed., 1880
S. C. Sinisi, 1866, Nozioni storiche ovvero breve analisi dello stato fisico economico e morale del comune di Pisticci Napoli Tipografia Carlo Zomach
G. De Blasis, 1876, Relazione della pestilenza accaduta in Napoli nel 1656, Archivio storico per le Province Napoletane, II, n. 1
M. P. Di Giorgio, 1986, Peste terremoti e culto dei Santi tra XVII e XIX secolo nella provincia di Matera, in Bollettino della biblioteca provinciale di Matera, VII, n. 12
D. D'Angella, 1988, Trecent'anni dopo 1688 - 1988, collana Quaderni del Centro Studi Gymnasium, n? 2 Pisticci - Centro Studi Gymnasium
AA. VV, 1989, San Rocco. Biografia e culto a Pisticci - IMD Lucana
Il mantello di San Rocco, a cura di Comitato feste patronali, 1994, Amministrazione comunale, Amaro Lucano Pisticci IMD Lucana
V. Verrastro, 2000, Con il bastone del pellegrino attraverso i santuari cristiani della Basilicata Matera Altrimedia
V. Verrastro, 2000, a cura di Sui passi dei pellegrini.Un itinerario attraverso i luoghi del sacro in Basilicata, guida alla mostra - Lavello Alfagrafica Volonnino
L. Larocca, 2001, Storia di Pisticci, ed. post curata da Aurelio Larocca Roma Ed. Vivere In
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive
Attivita' proposte I festeggiamenti hanno inizio il 12 agosto con l'antica fiera del bestiame, oggi occasione di vendita e promozione di oggettistica, utensileria, ecc. Al fine di recuperare le antiche usanze e per favorire il turismo si progetta una fiera enogastronomica di prodotti lucani in apposite strutture (casette in legno) in agevole percorso. Si pensa a tale evento come incentivo all�??incontro tra produttori locali e occasione per lo sviluppo dell�??economia locale.
Per incoraggiare la conoscenza autoctona, e quindi della propria cultura e della propria identit?, si intende presentare progetti all'uopo ideati nelle scuole statali e paritarie del Comune di Pisticci.
E' nelle intenzioni dell'ente organizzatore realizzare un luogo di cultura per la promozione e fruizione delle tradizioni locali, civili e religiose, un laboratorio di sartoria per la realizzazione di antichi costumi e giornate dedicate allo studio delle tecniche artigianali di tessitura, maglieria e lavorazione del legno e argilla.
Ricordando la necessit? di rivolgersi ad un numero sempre maggiore di presenze durante i giorni centrali di agosto, per meglio informare, pubblicizzare e soprattutto coinvolgere i territori limitrofi, vi è urgenza di un piano marketing e comunicazione di più ampio raggio rispetto alle modalit? comunicative finora utilizzate.
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da oltre 7 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare I festeggiamenti in onore di S. Rocco a Pisticci vengono organizzati ogni anno dal 01 al 18 agosto.
1/08 Sparo mortaretti e sfilata Banda musicale dalle ore 06.00 am
6/08 Festa della Trasfigurazione
12/08 Fiera
Corteo di auto e moto alla statua del Santo in visita a Pisticci Scalo
13/08 visita della statua del Santo a Tinchi - ospedale - e Marconia
15/08 addobbo rionale
Processione Vergine Assunta
Serata musicale e/o eventi culturali
Artisti di strada e animazione per bambini
16/08 Solenne processione di S. Rocco con autorit? civili e militari, gonfalone del Comune, banda musicale, lungo le vie del paese impreziosite di addobbi e profumate di basilico (antico incenso) - ore 9.00 am/ 23.00 pm
Serate musicali e intrattenimento in più piazze
17/08 processione di S. Vito
nel pomeriggio sfilata e tradizionale asta del Carro Trionfale scortato
da cavalieri e banda musicale
Serata musicale in piazza suggestiva e panoramica
Calendario attivita' Le attivit? e gli eventi si svolgono dal 01 al 18 agosto di ogni anno.
Lo sparo pirotecnico della tradizionale diaria e la sfilata delle Bande musicali per le vie del paese, per l�??intera giornata del giorno 01 agosto, e in seguito la tradizionale fiera del 12 agosto aprono i festeggiamenti. Il 15 agosto è dedicato alla Vergine Assunta, il 16 alla tradizionale processione di San Rocco con la sfilata di Bande cittadine e provenienti da altre Regioni, il 17 agosto è dedicato a San Vito ed alla tradizionale asta del carro trionfale, scortato dai cavalieri e forze dell'Ordine in alta uniforme. Culmina con un concerto musicale, assolutamente gratuito, il giorno 18 agosto. A conclusione delle manifestazioni, e all�??arrivo della statua di San Rocco a Piazza Plebiscito, nelle serate del 15, 16 e 17 agosto, è consuetudine offrire uno spettacolo di fuochi pirotecnici.
La comunit? tutta è impegnata nella ricerca e realizzazione dell'addobbo rionale.
Piano dei costi 50.000 euro 2013 �?? 2014 - 2015
Piano dei ricavi 0 euro 2013 �?? 2014 - 2015
Partecipazione comunita' La partecipazione agli eventi civili e religiosi è data dalla intera comunit? pisticcese, ca. 20.000 abitanti. Inoltre si contano più di 70.000 presenze. La stessa partecipazione è per?, per motivi territoriali, distribuita su un ampio raggio, tant'è che sarebbe opportuno utilizzare adeguati mezzi di trasporto pubblico per permettere ai cittadini e ai turisti di raggiungere facilmente e in piena sicurezza il centro storico. Inoltre, l'utilizzo di autobus, navette o altri mezzi di fruibilit? idonea, favorirebbero il lavoro svolto dalle autorit? di pubblica sicurezza (Polizia di Stato, Corpo Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Municipale) e dell�??ente organizzatore. Infine, si crede necessario istituire, per le future manifestazioni, postazioni di personale di soccorso medico, servizi igienici a noleggio in ragione dell�??elevato numero di presenze.
Stato della progettazione Progettazione preliminare