Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Viggianello
Codice fiscale/Partita IVA 84002150765
Comune Viggianello
CAP 85040
PEC comune.viggianello.pz@pec.it
Legale rappresentante Vincenzo Corraro
Responsabile del procedimento
Nominativo VINCENZO CORRARO
Email sindaco@comune.viggianello.pz.it
Telefono 0973664311
Ruolo sindaco
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Convento e Chiesa di Sant'Antonio
Localizzazione
Localita' Viggianello
Indirizzo localit? Pantana Pantana
Coordinate geografiche lat. 39.991333 long. 16.087191
Riferimenti catastali
Comune Viggianello
Foglio 40
Particella/e A
Descrizione del bene
Natura prevalente Complesso architettonico
Complesso strutturale Fanno parte del complesso architettonico la Chiesa ed il Convento.
Periodo di realizzazione Fine secolo XVI
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Il complesso conventuale di S. Antonio o di S. Maria di Loreto, gi? dei Frati Agostiniani di Colloreto, è situato in localit? Pantano di Viggianello. E una delle testimonianze, nell area del Mercure-Lao, dell ordine che faceva capo alla Casa Madre della Congregazione Colloritana, cioè il monastero di S. Maria di Colloreto presso Morano Calabro.
Sintesi morfologica e tipologica La chiesa, probabilmente della stessa epoca del convento, presenta all esterno un portale in pietra locale, datato 1656. La facciata principale è arricchita da un ampio finestrone, inserito in una cornice, mentre sul timpano si innesta una celletta campanaria.
L edificio è a pianta rettangolare, e l interno, a navata unica, presenta sulle pareti laterali delle nicchie con decorazioni molto semplici e due altari marmorei, uno per ogni lato; sull altare destro è posto un Cristo in Croce in legno dipinto del XVIII-XIX secolo.
Il soffitto è ligneo, ma la struttura muraria fa intuire che prima l edificio doveva essere coperto con una volta a botte.
Nel presbiterio, addossato alla parete di fondo, è collocato l altare maggiore; al di sopra si notano tre nicchie.
L interno, povero di arredi, conserva inoltre due statue lignee che raffigurano S. Antonio di Padova e S. Nicola da Tolentino, riconducibili al XIX secolo.
Il convento di Sant'Antonio conserva una bellissima scultura in marmo bianco della Madonna con bambino, realizzata da Pietro Bernini, sul cui basamento si trovano incise le parole Virgine deipara patrona V.lli ovvero "Vergine madre di Dio patrona di Viggianello".
Storia Il convento di Sant'Antonio a "Pantana" o di Santa Maria di Loreto venne fondato nel 1597 dallo stesso fondatore della Congregazione di Colloreto, Padre Bernardo di Rogliano, con l'approvazione di Pio IV che a tal proposito eman? la bolla del 13 marzo 1561, e con l'assenso del Vescovo di Cassano mons. Giulio Caracciolo ed il beneplacito del conte di Saponara, Ferrante Sanseverino, padrone della terra di Viggianello. All'interno del Convento, vivevano dei monaci appartenenti alla Congregazione agostiniana. i monaci erano soliti dedicarsi alla predicazione e allo studio vivendo in condizioni di ascetismo e povert?. Il Convento fu rifatto nel XVII secolo.
Fonti:
-A. Propato, "Aspetti storici di Viggianello", Valentina Porfido Editore, 2006.
Destinazione d'uso Luogo di culto
Periodo di fruizione tutti i giorni
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Accoglienza
- Informazione
- Pulizia
Servizi attivabili - Sussidi e materiale informativo
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Pulizia
- Visita e vigilanza
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione I lavori di restauro e recupero funzionale del monumento, post sisma 98, si sono articolati in due lotti.
Nel primo si è provveduto a completare il risanamento murario con interventi di cuci e scuci della muratura, di rinzeppatura di fessurazioni, rabboccatura e stilatura dei giunti della muratura in pietrame; sono state realizzate nuove capriate in legno lamellare ed è stata completata la copertura con guaine, massetto e coppi.
E�?? stato realizzato uno scannafosso aerato, a lato monte, all�??esterno del muro, per prevenire ed eliminare l�??umidit?.
Nel secondo lotto sono state realizzate opere di finitura ed adeguamento funzionale: il vespaio, le pavimentazioni in cotto, le finestre, il portone in castagno, sono state riprese le cornici, costruita la volta, sono stati risistemati gli altari, è stato realizzato l impianto idrico-sanitario, l impianto elettrico, quello di diffusione sonora e di illuminazione.
Risorse necessarie per opere murarie 0
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 0
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta parrocchia
Disponibilita' a forme di gestione indiretta no
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale non sussite
Sostenibilita' finanziaria no
Vincoli su territorio Parco Nazionale del Pollino-Dlgs 42/2004 vincoli sl territorio interessato
Conformita' urbanistica conforme
Conformita' ambientale conforme
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Nessuna