Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI CHIAROMONTE
Codice fiscale/Partita IVA 82000410769
Comune Chiaromonte
CAP 85032
PEC comune.chiaromonte@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante VALENTINA VIOLA
Responsabile del procedimento
Nominativo GIOVANNI PANGARO
Email sisma.chiaromonte@libero.it
Telefono 0973 571034
Ruolo Responsabile Area Tecnica
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Museo archeoantropologico "Lodovico Nicola di Giura" e sede dell'Osservatorio Scientifico Regionale "Edward C. Banfield" per la salvaguardia del patrimonio etnoantropologico della Basilicata, istituito con L.R. n. 8/2010
Localizzazione
Localita' Chiaromonte
Indirizzo Via Provinciale SP 65 via dell'Area Sacra snc - Km 1
Coordinate geografiche 40�??07��?28.06��?��? N 16�?? 13��?13 85��?��? E
Riferimenti catastali
Comune Chiaromonte
Foglio 17
Particella/e 1417
Descrizione del bene
Natura prevalente Fabbricato
Complesso strutturale E�?? facilmente accessibile, privo di barriere architettoniche con annesso giardino e spazi per attivit? culturali. Una porzione di edificio è utilizzata come sede dell�??Osservatorio Scientifico Regionale �??Edward C. Banfield�??
Periodo di realizzazione Anno 1985-2014
Valutazione espressa dal MiBACT o Si - Esiti positivi - Soprintendenza ai Beni Archeologici della Basilicata, con cui l'Ente comunale è in stretta relazione per la definizione e l'avvio di tutte le attività legate al Museo Archeoantropologico
Contesto IL Museo Archeoantropologico "Lodovico Nicola di Giuraï" e sede dell'Osservatiorio Banfield, è situato nella zona d'accesso al comune di Chiaromonte , con ingresso dalla Strada Provinciale. È facilmente accessibile, privo di barriere architettoniche e disposto su un leggero falsopiano, con intorno al corpo di fabbrica, spazi giardino e spazi per attività culturali da svolgersi all'esterno della struttura .Una porzione di edificio, ad oggi, è utilizzata come sede dell'Osservatorio Scientifico Regionale "Edward C. Banfield" per la salvaguardia del patrimonio etnoantropologico della Basilicata, istituito con Legge regionale 29 gennaio 2010 n. 8.
Sintesi morfologica e tipologica Il Museo archeoantropologico â�?�?Lodovico Nicola di Giuraâ�? (Chiaromonte, Potenza) nasce da unâ�?�?idea progettuale congiunta tra il Comune di Chiaromonte e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata. Il patrimonio storico presente nel Museo �?¨ costituito da collezioni archeologiche e di antropologia fisica antica di propriet�?  statale, ovvero del Ministero per i Beni e le Attivit�?  Culturali e Ambientali - Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata. Tale patrimonio �?¨ rappresentato da reperti osteologici umani provenienti dalle necropoli enotrie (XI - V secolo a.C.) di Chiaromonte, Guardia Perticara e Aliano e da reperti archeologici vascolari provenienti dalle necropoli di Chiaromonte. Nel Museo sono presenti riproduzioni contemporanee, firmate dallâ�?�?artigiano esecutore, di reperti vascolari, armi e ornamenti che riproducono oggetti di corredo delle sepolture enotrie di Chiaromonte; tali riproduzioni sono di propriet�?  del Comune di Chiaromonte. Le collezioni archeologiche e di antropologia fisica antica sono corredate da ricostruzioni grafiche e da pannellistica esplicativa degli argomenti, redatti con metodologia didattico - scientifica
Storia Il progetto museale vede interconnesse due principali e differenti discipline: lâ�?�?antropologia fisica antica, curata da Domenico Mancinelli, Gaetano Miranda e Rita Vargiu (antropologi fisici, Universit�?  degli Studi de Lâ�?�?Aquila - Dipartimento di Scienze Ambientali e Universit�?  degli Studi di Roma â�?�?La Sapienzaâ�?) e lâ�?�?archeologia pre-protostorica enotria, curata da Salvatore Bianco (Direttore del Museo Archeologico Nazionale della Siritide) e Ada Preite (archeologa pre-protostorica, �?�?cole Pratique des Hautes �?�?tudes - Parigi - Doctorat HTD/Associazione Nazionale Archeologi). Lâ�?�?allestimento museale �?¨ curato da Elisabetta Franchi (archeologa museologa, Museiamo, Milano). Una terza disciplina, accessoria allâ�?�?Archeologica pre-protostorica enotria e allâ�?�?Antropologia fisica antica, �?¨ quella di etnoantropologia chiaromontese, costituita esclusivamente da riproduzioni su pannelli dâ�?�?immagini storiche. Tale sezione �?¨ stata curata dagli archeologi e dagli antropologi fisici suddetti con lâ�?�?ausilio dellâ�?�?Amministrazione Comunale di Chiaromonte.
Destinazione d'uso Culturale In corso di ultimazione l'allestimento. Visitabile
Periodo di fruizione Apertura in determinati periodi dell'anno e per specifiche attività dell'Osservatorio Banfield
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Recapito del prestito bibliotecario
- Accoglienza
- Informazione
- Pulizia
- Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Editoria e vendita di cataloghi
- Sussidi e materiale informativo
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Vigilanza e biglietteria
Non fruibilita' E' in corso di ultimazione l'allestimento
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Il Museo è costituito da sei sale espositive, suddivise in tre sezioni tematiche (a, b, c), di cui due (a, b) principali e una (c) accessoria, da due laboratori didattici interni (a.1.2, b.1) e da uno spazio museale esterno con area organizzata per attività di simulazione di scavo e registrazione dati archeologici (a.2.2):
Sezioni tematiche principali
a) Sezione di archeologia pre-protostorica dell'Enotria.
b) Sezione di antropologia fisica delle popolazioni antiche dell'Enotria.

Sezione tematica accessoria
c) Sezione di etnoantropologia chiaromontese.

Laboratori didattici
a.1.2) Laboratorio archeologico con vasca didattica mobile per scavo archeologico simulato.
a.2.2) Spazio museale esterno con area organizzata per attivit? di simulazione di scavo e registrazione dati archeologici.
b.1) Laboratorio di antropologia fisica antica con deposito didattico a �??vista�?�.
Risorse necessarie per opere murarie 180000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 150000
Risorse necessarie per altro 70000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro o Avvio attività e marketing: 20.000,00
o Piano di gestione triennale: 50.000,00
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta non ricorre
Disponibilita' a forme di gestione indiretta L'ente ha gi�?  sottoscritto una convenzione con l'Associazione Nazionale Archeologi per l'avvio della gestine della struttura
Risorse aggiuntive L'Ente comunale ha attivato interlocuzioni con società e Banche per la partecipazione ad attività del Museo in qualità di sponsor
Importo risorse aggiuntive 50000
Sostenibilita' gestionale E��? stato predisposto, di concerto con la Soprintendenza ai Beni Archeologici, un preliminare di piano Gestionale
E' stato redatto lo statuto per la gestione delle attivit�?  museali, lo stesso �?¨ stato gi�?  trasmesso alla Soprintendenza ai Beni Archeologici che ha espresso parere favorevole e lo ha gi�?  restituito. Lo stesso sar�?  approvato definitivamente al prossimo consiglio comunale.
Sostenibilita' finanziaria Uscite:
Personale â�?¬ 30.000,00
Consumi â�?¬ 10.000,00
Conservazione e manut. Ordinaria â�?¬ 10.000,00
Totaleâ�?¬ 50.000,00

Entrate:
Biglietti â�?¬ 20.000,00
Attivit�?  di spettacolo ed eventi â�?¬ 10.000,00
Contributi â�?¬ 10.000,00
Sponsor â�?¬ 10.000,00
Totaleâ�?¬ 50.000,00
Vincoli su territorio Vincolo paesaggistico
Conformita' urbanistica Conforme
Conformita' ambientale Si
Eventuali risorse aggiuntive L'Ente comunale ha attivato interlocuzioni con società e Banche per la partecipazione ad attività del Museo in qualità di sponsor
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile