Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Montemurro
Codice fiscale/Partita IVA 81000050765
Comune Montemurro
CAP 85053
PEC sindaco.montemurro@pec.it
Legale rappresentante Senatro Di Leo
Responsabile del procedimento
Nominativo SENATRO DI LEO
Email sindaco.montemurro@pec.it
Telefono 0971753237
Ruolo Sindaco
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Casa delle Muse di Sinisgalli
Localizzazione
Localita' Montemurro
Indirizzo Corso Sinisgalli Via Tortorelli 1
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune Montemurro
Foglio 43
Particella/e 569
Subalterno 5-7
Descrizione del bene
Natura prevalente Unita' immobiliare
Complesso strutturale La cantina di circa 100 mq fa parte del complesso Casa delle Muse di Sinisgalli, la Casa-museo dedicata al poeta-ingegnere Leonardo Sinisgalli, attualmente gestita, su delibera comunale, dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli.
Periodo di realizzazione Anno 1922
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto La cantina è parte integrante del fabbricato acquistato da Vito Sinisgalli, il padre di Leonardo Sinisgalli, nel 1922. Si tratta di un palazzotto sito in Corso Leonardo Sinisgalli, di proprietà del Comune e gestito dalla Fondazione Sinisgalli, che la utilizza sia come sede della propria attività organiozzative, sia come spazio museale. In 18 mesi le sue otto sale sono state visitate da circa 4.000 persone, tra cui molti gruppi scolastici, interessati alla figura di Leonardo Sinisgalli. L'obiettivo è ristrutturarla per integrarla, come spazio espositivo aggiuntivo, alle otto sale già fruibili dal pubblico. Organizzazione di eventi, allestimento museale, pinacoteca e spazio artistico, sarebbero le motivazioni del recupero. Il fabbricato riveste una notevole importanza culturale in quanto sede e testimone degli affetti di Sinisgalli. Esso racconta attraverso i documenti e i luoghi fisici, come l'angolo del focolare, il momento altamente formativo del suo contesto familiare e umano.
Sintesi morfologica e tipologica Mentre la parte superiore del fabbricato è stata ristrutturata e destinata allo spazio museale nel 2010, la parte sottostante, la cantina, non è stata oggetto di interventi, per cui si presenta agli occhi del visitatore con il fascino di un luogo preservatodi inizio Novecento, con le sue arcate, le sue nicchie e i suoi spazi.
Storia Da un punto di vista storico, la sua imponenza costruttiva lascia ipotizzare che abbia resisitito al devastante terremoto del 1857. Per le fonti, vi sono sia di tipo inconografico (Sinisgalli ha fotografato e si è fatto fotografare nei locali della sua casa) e di tipo documentale, infatti nei suoi racconti, è costante il riferimentoautobiografico ai suoi familiari, alla casa e alle pertinenze.
Destinazione d'uso Non utilizzato
Periodo di fruizione Non è fruibile. Dopo l'intervento sarà fruibile, come la casa delle Muse per 6 giorni a settimana.
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Pulizia
Servizi attivabili - Gestione di raccolte discografiche, di diapoteche e biblioteche museali
- Accoglienza
- Informazione
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
Non fruibilita' Attualmente non è fruibile, in quanto necessita di interventi di manutenzione straordinaria.
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione
Risorse necessarie per opere murarie 70000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 25000
Risorse necessarie per altro 110000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta Il Comune insieme alla Regione Basilicata e alla Provincia di Potenza è tra i soci fondatori della Fondazione Leonardo Sinisgalli. E la Casa delle Muse di Sinisgalli è stata affidata in gestione alla Fondazione Sinisgalli dall'aprile del 2013. All'interno della Fondazione operano professionalità varie (Consiglio di Amministrazione), in diretto collegamento con il Comitato Tecnico-scientifico, la cui levatura è di carataura nazionale.
Disponibilita' a forme di gestione indiretta Il bene è disponibile per forme di gestione indiretta da parte della Regione.
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale Il piano di gestione esonera il Comune da qualsiasi interventi economico diretto, in quanto sarà la Fondazione con le proprie risorse a garantire l'apertura e ad erogare i servizi culturali connessi e coerenti con la propria mission culturale.
Sostenibilita' finanziaria La sostenibilità finanziaria è garantita dal fund risin della Fondazione, che attraverso contributi ordinari e straordinari gestirà senza onere diretto per il Comune gli spazi recuperati.
Vincoli su territorio Nessun vincolo
Conformita' urbanistica Gli interventi di cui sopra sono conformi agli strumenti urbanistici adottati dal Comune. IN quanto si tratta di recupero conservativo.
Conformita' ambientale Totale conformità alle norme ambientali.
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione preliminare