Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI TITO
Codice fiscale/Partita IVA 00128970761
Comune Tito
CAP 85050
PEC protocollo@pec.comune.tito.pz.it
Legale rappresentante GRAZIANO SCAVONE
Responsabile del procedimento
Nominativo ANTONIO DOLCE
Email antonio.dolce@comune.tito.pz.it
Telefono 0971796201
Ruolo I.T. SERVIZIO TECNICO URBANISTICO COMUNALE
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene FUOCHI DI SAN GIUSEPPE
Localizzazione
Luogo culturale Tutta la comunit? civile di Tito
Localizzazione geografica I fuochi di San Giuseppe vedono coinvolti tutti i centri dei rioni della citt? di Tito. E' una tradizione pagana che si ripete in altri comuni della Basilicata (vedi Bella)
Descrizione del bene
Aree tematiche - Demoetnoantropologica (Tradizioni, riti, ...)
- Saperi tecnici e artigianali
Valutazione interesse culturale I fuochi di San Giuseppe, che si svolgono la sera del 18 marzo di ogni anno, rappresentano una tradizione secolare della nostra comunit? e vedi coinvolti grandi e piccoli. Rappresenta l'unica tradizione civile che oggi si svolge a Tito e si rif? ad un antico rito propiziatorio pagano (il fuoco rappresenta l'elemento di buon auspicio per la raccolta nei campi). A causa del ricambio generazionali il rischio di sparizione è elevato.
Contesto I fuochi di San Giuseppe sono una tradizione comunitaria che, spontaneamente, si svolge in tutto il territorio comunale di Tito. Appartiene ad un rito pagano propiziatorio per le raccolte nei campi.
Descrizione modalita' di gestione Il 18 marzo di ogni mese, gli abitanti dei rioni di Tito si organizzano nei propri punti di aggregazione per l'accensione dei falo' di San Giuseppe. La preparazione avviene gi? nelle settimane precedenti al 18 marzo, attraverso una chiara definizione dei ruoli che ogni abitante deve ricoprire: gli uomini si dedicano al taglio e alla raccolta della legna ("li sc'procchi") nei giorni precedenti e alla cura del fuoco la sera del 18 marzo, mentre le donne si dedicano alla preparazione dei piatti tipici tradizionali che poi vengono offerti gratuitamente ai visitatori. Canti e balli tradizionali animano vari punti del paese la sera del 18 marzo. Grazie al coinvolgimento dei più piccoli da parte dei più grandi e dei propri genitori, i fuochi di San Giuseppe sono una tradizione che oralmente viene tramandata da generazione a generazione.
Caratteristiche significative E' una tradizione secolare della comunit? di Tito che si ripete annualmente: dalla raccolta della legna, alla preparazione della "castellana" (la base per l'accensione del fuoco), fino alla preparazione di piatti tipici della cucina titese e all'esposizione, da parte degli abitanti del luogo, di prodotti appartenenti all'artigianato locale.
Bibliografia
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive nessuna risorsa di bilancio comunale.
Attivita' proposte Consolidamento della tradizione, attraverso anche un'attivit? di recupero di materiale appartenente alle generazioni passate al fine di installare un'esposizione, fotografica e non, che racconti questa tradizione. A tal fine è stata gi? individuata un'associazione locale, composta da giovani ragazzi archeologi e antropologi, che ha gi? avviato un'attivit? di recupero. Inoltre, è previsto il consolidamento e il rafforzamento del "palio dei fuochi di San Giuseppe", giunto alla seconda edizione e organizzato dalla Pro Loco locale, che vede premiato il fuoco più grande e l'accoglienza migliore. In questo modo è pensabile un percorso eno gastronomico che non coinvolga solo una parte del paese ma tutto il paese, attraverso anche un'organizzazione più accurata dei piatti da preparare nei vari quartieri.
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da 1 a 3 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare Attivit? gi? realizzata: Palio dei Fuochi di San Giuseppe
Calendario attivita' 1 anno: Raccolta materiale della tradizione in questione;
2 anno: Installazione esposizione dedicata alla tradizione;
3 anno: consolidamento e realizzazione di un percorso che coinvolge tutto il paese.
Piano dei costi Raccolta materiale della tradizione in questione: 1.000,00 euro
Installazione esposizione dedicata alla tradizione: 8.000,00 euro
Consolidamento e realizzazione di un percorso: 25.000,00 euro
Piano dei ricavi contributi privati: 5.000,00 euro
contributi comunali: 9.000,00 euro
Partecipazione comunita' La comunit? è gi? molto coinvolta in questa tradizione. L'allegro spirito competitivo pu? rafforzare questa partecipazione, attraverso un coinvolgimento diretto anche delle associazioni locali che saranno chiamate ad animare i quartieri del paese.
Stato della progettazione Nessuna