Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Persona giuridica privata senza fine di lucro
Denominazione Associazione culturale musicale
Codice fiscale/Partita IVA 01815610769
Comune Brienza
CAP 85050
PEC musicavitamia@pec.it
Legale rappresentante Giuseppe Palladino
Responsabile del procedimento
Nominativo null null
Email giuseppe.palladino12@libero.it
Telefono 3283213921
Ruolo Presidente
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene "Vivi il medioevo"
Localizzazione
Luogo culturale Associazione culturale musicale MUSICA VITA MIA- Brienza (PZ)
Localizzazione geografica Comune di Brienza
Descrizione del bene
Aree tematiche - Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
- Demoetnoantropologica (Tradizioni, riti, ...)
- Artistica
- Territoriale-ambientale
Valutazione interesse culturale 'Vivi il medioevo' è un progetto di sviluppo locale che mira a valorizzare ed incentivare la cultura e le risorse ambientali di Brienza. L' obiettivo dell'associazione è quello di far leva sul senso di appartenenza delle popolazioni riproponendo non una semplice rievocazione storica, ma facendo rivivere l'atmosfera di un vero e proprio villaggio medioevale, con i suoi valori, le sue problematiche; con le botteghe artigiane, le taverne, i mercati, la vita a corte, le danze i giochi, l'eresie e la spiritualit?. In definitiva il fine della manifestazione non è solo quello di valorizzare il patrimonio locale le cui bellezze incontrano l'interesse di interlocutori curiosi ed avidi di scoperte ma è indirizzato innanzitutto e soprattutto ai giovani, per avvicinarli alla storia e alle proprie radici.
Contesto La manifestazione è inserita nel contesto storico- culturale medievale. Brienza risulta essere uno dei pochi centri in cui è sopravvissuta l'architettura dell'antico borgo medioevale, arroccato su un colle, lambito da due torrenti e dominato dal Castello Caracciolo. Il castello,colmo di storie e leggende, ci permette di rivivere le vicende della bella principessa Bianca , dei suoi valorosi ammiratori e della vita popolana.
Descrizione modalita' di gestione L'organizzazione della rievocazione storica 'Vivi il medioevo' è principalmente basata su scambi e gemellaggi culturali con altre associazioni provenienti non solo dalla Basilicata ma anche da regioni limitrofe, in modo da valorizzare il nostro patrimonio e allo stesso tempo venire a conoscenza di altri luoghi e tradizioni. La preparazione inizia circa sei mesi prima, con l'aiuto di uno di uno staff che si occupa dei costumi, della realizzazione delle botteghe artigiane e della ricostruzione di arnesi e ambientazioni.
Caratteristiche significative L'associazione ha ricostruito in alcuni ambienti del borgo e del castello un'esposizione di strumenti di tortura e di curiosit? medievali; diverse taverne e botteghe( per la degustazione di piatti tipicamente medievali); la sala del trono e la chiesa ove si svolge il matrimonio della principessa Bianca.
Bibliografia I feudatari di Brienza, Tip. Zafarone e Di Bello, Potenza, 1974 -Paternoster F., Ritratto di paese: Brienza 1872, a cura di G. A. Colangelo Edizioni Osanna, Venosa, 1982 -Collazzo M., Il clero a Brienza nel secolo dei lumi, Edizioni Osanna, Venosa, 1986 - Parente A., Brienza 1850-1950. Memorie in Bianco e nero, RCE, Brienza, 1988 AA.VV ., Brienza. Il sortilegio della memoria, RCE, Potenza, 1998 -Musto L. , Burgentia dei Pagano, RCE, Brienza,Paternoster F., Brienza fedele, Tip. De Marsico, Sala Consilina, 1952 Paternoster F., Storia di un popolo dal suo linguaggio: il dialetto di Brienza, Tip. Mario Nucci, Potenza, 1960 Paternoster F., Brienza sacra ed artistica, Tip. Zafarone e Di Bello, Potenza, 1966 -Paternoster F., Citta scomparse: Acerronia e Forum Popilii, Tip. Zafarone e Di Bello, Potenza, 1968 -Colangelo G., Studi su Brienza, Potenza, 1971 -Paternoster F
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive
Attivita' proposte Le attivit? proposte dall'associazione non si limitano alla manifestazione in se, ma nel corso dell'anno vengono proposti ai soci e alla popolazione incontri nei quali si preparano danze medievali, gruppi di timpanisti e chiarine, arcieri e armigeri, con l'intento di creare momenti in cui i giovani possano condividere passioni e interessi.
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da 4 a 7 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare In 'cantiere' ci sono nuove iniziative: mostra fotografica del castello e del borgo dal Novecento ad oggi; la sala delle grandi personalit? storiche locali in cui si ripercorre la loro storia e le vicende che hanno caratterizzato le loro imprese; riproduzione di insegne in ogni vicolo del borgo; la messa in scena di processi inquisitori e dell'investitura del cavaliere.
Calendario attivita' Ogni anno il primo week end di agosto
Piano dei costi Comunicazione (interna ed esterna, web e segnaletica),Pubblicit? 3mila- allestimenti 5 mila -logistica, trasporti (ospitalit?, service, impianti tecnologici) 3 mila -Siae ed altri oneri (relatori, artisti) 2mila € partecipazione di gruppi esterni 10 mila costo 23 mila euro all'anno
Piano dei ricavi La manifestazione non è a scopo di lucro, pertanto gli eventuali ricavi saranno utilizzati per le successive manifestazioni.
Partecipazione comunita' Nella manifestazione oltre ai soci, sono coinvolte circa 200 comparse locali e 300 provenienti da altri comuni e regioni.
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile