Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Museo della Cultura Arbëreshë
Codice fiscale/Partita IVA 82000490761
Comune San Paolo Albanese
CAP 85030
PEC comune.sanpaoloalbanese@pec.it
Legale rappresentante Anna Santamaria
Responsabile del procedimento
Nominativo MOSE ANTONIO TROIANO
Email comunesanpaoloalb@tiscali.it
Telefono 097394367
Ruolo Responsabile di Area
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Museo della Cultura Arbëreshë
Localizzazione
Localita' San Paolo Albanese
Indirizzo Via Regina Margherita 10
Coordinate geografiche Latitudine Longitudine: 40.0368291, 16.3345555
Riferimenti catastali
Comune San Paolo Albanese
Foglio 11
Particella/e 175 - 182 - 183 - 184 - 185 - 188 - 206 - 207
Descrizione del bene
Natura prevalente Fabbricato
Periodo di realizzazione Seconda metà secolo 1993
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Il Museo della Cultura Arbëreshë di San Paolo Albanese è un edificio di grandi dimensioni collocato all'interno del centro storico del paese. La struttura museale è stata ricavata dalla ristrutturazione conservativa di case monocellulari del borgo antico. In Italia è tra i migliori siti dove viene raccontata attraverso precisa documentazione la Cultura Arbëreshë.
Sintesi morfologica e tipologica Il Museo, inaugurato nel 1993, ha uno spazio di circa 300 mq complessivi interamente dedicato alla Cultura Arb?reshe. E' stato ricavato da vecchie case del centro storico. Il Museo si configura quale spazio aperto in grado di narrare la migrazione a San Paolo Albanese, a partire dal 1400, delle popolazioni provenienti dall'antica citt? di Corone (Morea - Peloponneso), e nel contempo rappresenta uno spazio aperto dove confluiscono migliaia di visitatori all'anno e dove la comunit? riflette su se stessa.
Storia Il Museo nasce come mostra agropastorale nella seconda met� degli anni '70. Nel 1984 � stato regolamentato come Museo della Cultura Arb�resh�, facendo seguire una campagna etnodemoantropologica condotta dal professor Bronzini. Nel 1993 � stato inaugurato come contenitore museale e nel 2011, dopo i lavori di adeguamento strutturale e di creazione di nuovi spazi espositivi attrezzati di video, fotografie, tracce audio, costumi, documenti, etc. � stato aperto come moderna struttura museale.
Destinazione d'uso Culturale Il bene mobile è regolarmente aperto al pubblico.
Periodo di fruizione Aperto tutti i giorni
dalle 09:00 alle 13:00
dalle 16:00 alle 19:00
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Sussidi e materiale informativo
- Riproduzioni
- Gestione di raccolte discografiche, di diapoteche e biblioteche museali
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Editoria e vendita di cataloghi
- Riproduzioni
- Gestione dei punti vendita e l'utilizzazione commerciale delle riproduzioni dei beni
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Guardaroba
- Pulizia
- Visita e vigilanza
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Il Museo ha subito l'ultimo intervento di restauro nel 2010 con l'inserimento di video ed implementazione dei beni. Lo stato di conservazione è discreto, ma necessita di ulteriori interventi
Risorse necessarie per opere murarie 0
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 60000
Risorse necessarie per altro 60000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro Si intendono realizzare i seguenti interventi:
- Arredi;
- Sistemazione del laboratorio didattico;
- Sistemazione degli uffici;
- Realizzazione dell'impianto di sicurezza;
- Realizzazione dell'impianto di riscaldamento e deumidificazione.
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta Il Museo � un bene comunale ed � gestito direttamente dall'Ente. Attualmente il Museo � dotato di un Consiglio di Amministrazione e di un Comitato Tecnico-Scientifico. Per strutturare meglio la gestione e per assicurare una totale e pi� completa fruizione del bene si prevedono le seguenti figure: Direttore Museo; Guide; Addetti alla comunicazione; Addetti alla biglietteria; Personale pulizia e vigilanza.
Disponibilita' a forme di gestione indiretta L'Amministrazione conferma la propria disponibilit� a forme di gestione indiretta qualora la Regione predisponesse un piano di finanziamento di imprese di gestione dei beni culturali ed eventuali Accordi per la messa a disposizione del bene.
Risorse aggiuntive L'Amministrazione non esclude la possibilità di partecipazione di terzi per la gestione del Museo.
Sostenibilita' gestionale Il Museo � gestito dal Comune e si avvale esclusivamente di fondi del Bilancio Comunale e di entrate determinate dalla vendita di ticket di ingresso.
Sostenibilita' finanziaria I Finanziamenti sopra richiesti consentirebbero una gestione del Museo pi� completa per la fruizione. In tal modo migliorando e estendendo l'offerta si otterrebbero maggiori ricavi.
Vincoli su territorio Nessuno.
Conformita' urbanistica Conforme.
Conformita' ambientale Conforme.
Eventuali risorse aggiuntive L'Amministrazione non esclude la possibilità di partecipazione di terzi per la gestione del Museo.
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile