Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI PIETRAPERTOSA
Codice fiscale/Partita IVA 80002370767
Comune Pietrapertosa
CAP 85010
PEC comunepietrapertosa.protocollo@pec.it
Legale rappresentante ANTONIO PASQUALE STASI
Responsabile del procedimento
Nominativo SALVATORE URGO
Email comunepietrapertosa.utc@pec.it
Telefono 0971983052
Ruolo RESPONSABILE AREA TECNICA
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene CONVENTO DI SAN FRANCESCO
Localizzazione
Localita' Pietrapertosa
Indirizzo Roma Via 3
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune Pietrapertosa
Foglio 12
Particella/e 675
Subalterno 1,2
Descrizione del bene
Natura prevalente Bene appartenente ad un complesso strutturale (se si, indicare la denominazione del complesso nel campo successivo*)
Complesso strutturale CONVENTO DI SAN FRANCESCO
Periodo di realizzazione Seconda metà secolo 1400
Valutazione espressa dal MiBACT Declaratoria del 18.07.1981
Contesto Comune di Pietrapertosa, a valle dell'abitato.
Sintesi morfologica e tipologica L'edificio è formato da tre livelli, di cui uno seminterrato, organizzati intorno ad un chiostro, un lato del quale è occupato dalla chiesa. Lo schema planimetrico del convento segue gli impianti analoghi di altre fabbriche francescane. Al piano terra il refettorio, il capitolo, le cucine e gli spazi destinati ai rapporti con l'esterno ed un piccolo giardino contenuto in un terrazzamento affacciato sulla valle. Al piano superiore, le celle dei frati, l'infermeria, il coro notturno, lo studium e la biblioteca.
Il chiostro, pavimentato, conserva ancora l'antica cisterna nella quale è convogliata l'acqua piovana raccolta dai tetti e dalla superficie dello stesso chiostro.
L'intero edificio presenta numerosi rimaneggiamenti prodotti dalle varie utilizzazioni del complesso seguite alla soppressione degli ordini monastici. Parte del portico del piano terra risulta privo delle coperture a crociera. Gli affreschi dei porticati sono andati persi. Nelle pareti affacciate nel chiostro sono state aperte nuove finestre. Il sistema delle coperture è stato completamente modificato fino a determinare la rimozione delle voltine in cotto a copertura delle celle dei frati. Al piano superiore, infatti, quasi tutti gli ambienti sono privi delle coperture rimosse per consentire il posizionamento delle orditure lignee del tetto. Attualmente le coperture sono formate da tetti a doppia falda impostati su capriate lignee con manto di coppi poggiato su tavolato.
Storia Il complesso è di origini tardomedievali e nel 1474 è destinato dalla Santa Sede ad ospitare una comunit? di Frati Osservanti, che ristruttura un edificio preesistente che a sua volta è il risultato di un probabile riutilizzo di una struttura fortificata. Il monastero, come altri nella regione, sar? soppresso con le leggi successive all'unit? d'Italia. il pronao addossato alla facciata principale risale al XVII secolo. di particolare rilievo il coro ligneo del XIV secolo e il polittico di Giovanni Luce da Eboli
Destinazione d'uso Non utilizzato A breve saranno completiati lavori per il recupero di alcuni locali e della fruibilità parziale
Periodo di fruizione ad essere fruibile è solo la Chiesa, frequentata sia per la celebrazione delle messe che per le visite turistiche. ciò non è reso possibile nell'attuale periodo a causa dei lavori di recupero in corso.
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Accoglienza
- Informazione
Servizi attivabili - Accoglienza
- Informazione
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Non fruibilita' Sono in corso lavori di recupero relativi al I Lotto funzionale
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Negli ultimi cinque anni è stato realizzato il recupero statico dell'edificio ed alcuni locali al piano terra, che a breve saranno disponibili alla fruizione pubblica
Risorse necessarie per opere murarie 1752000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 215000
Risorse necessarie per altro 783000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro Impiantistica
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta L'Ente non è disponibile alla gestione diretta per carenza di personale
Disponibilita' a forme di gestione indiretta E' disponibile ad una forma di gestione indiretta
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale Non esiste un piano di gestione
Sostenibilita' finanziaria Per i flussi attuali di visitatori, la gestione potrebbe essere sostenibile dal punto di vista finanziario
Vincoli su territorio Territorio compreso nel Piano Paesistico Area Vasta Parco Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane.
Conformita' urbanistica Progetto conforme allo strumento urbanistico vingente ed inserito anche nella nuova strumentazione urbanistica in via di approvazione
Conformita' ambientale Progetto conforme alle norme ambientali vigenti.
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione preliminare