Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Carbone
Codice fiscale/Partita IVA 82000590768
Comune Carbone
CAP 85030
PEC protocollo@pec.comune.carbone.pz.it
Legale rappresentante Mario Chiorazzo
Responsabile del procedimento
Nominativo MARIO CHIORAZZO
Email mariochio@libero.it
Telefono 0973578270
Ruolo Sindaco
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene Monachesimo Basiliano: patrimonio culturale storico e ambientale
Localizzazione
Luogo culturale La ricca e importante storia del Monachesimo Basiliano ha avuto a Carbone, a partire dal X secolo, la massima espressione e grandissima influenza. I monaci dall'oriente hanno portato oltre alla cultura, a nuove pratiche agricole, numerose piante officinali e aromatiche che ancora oggi sono presenti nel nostro territorio e rappresentano una biodiversit? che dovr? essere salvaguardata e valorizzata. Alcune di queste coe ad esempio il coriandolo, viene ancora oggi utilizzato per la produzione dei salumi, abbiamo ancora la liquirizia il grano carosella ecc
Localizzazione geografica Della importante storia del Monastero di S Elia e Anastasio, che ha dominato per circa 4 secoli dal cilento fino alla terra di Bari, a Carbone si conservano i ruderi del Monastero, una cella vinaria (recentemente restaurata), numerosissime reliquie, quadri e oggetti sacri di grande valore storico e artistico
Descrizione del bene
Aree tematiche - Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
- Artistica
- Santità e vissuto religioso
- Territoriale-ambientale
Valutazione interesse culturale Il patromonio storico e documentale appartenenete al Monastero di Carbone si trova sparso e disperso in numerose biblioteche. Oltre a Grottaferrata, in Vaticano, Torino, Francia, Spagna ecc. Per quanto riguarda le piante officinali e aromatiche queste ancora oggi vengono coltivate e usate. Il coriandolo viene largamente utilizzato nella prepazione di salumi e biscotti. (Questa essenza in Basilicata viene utilizzata solo a Carbone). La carosella, altro elemento importante della nostra cultura e delle nostre tradizioni. E' un grano che vegeta a partire da 600-700 metri di altezza, in terreni poveri. Utilizzato da sempre, alcuni studi scientifici hanno dimostrato che è povero in glutine e quindi grande interesse da parte di nutrizionisti nell'ambito dello studio delle intolleranze alimentari.
Contesto La pratica della coltivazione e raccolta di queste piante si tramanda ormai da generazioni cos? come se ne tramanda l'uso.
Descrizione modalita' di gestione Oltre alla salvaguardia e alla conservazione delle tracce giunte fino a noi delle opere, dei luoghi frequentati e abitati dall'insediamento Monastico, vi è grande attivit? di studio da parte di ricercatori e universit? sulla storia e le influenze che il Monastero ha esercitato nell'Italia Meridionale nel medioevo.
Caratteristiche significative Le azioni intraprese cercano di non far disperdere un patrimonio di conoscenze, di azioni e tradizioni che è arrivato a noi attraverso i secoli. Storia, tradizioni e biodiversit? rappresentano il nostro bagaglio culturale
Bibliografia Acconcia Longo A. Santi monaci italogreci alle origini del monastero di S. Elia di Carbone, in Il monastero di S. Elia di Carbone e il suo territorio dal medioevo all'Et? moderna, Atti del convegno internazionale di studi Potenza-Carbone 26-27 giugno, Galatina, Congedo editore, 1996.

Amarotta A. R. Ipotesi sul Gastaldato Latiniano, in Atti dell'Accademia Pontaniana, n? 32, Napoli, 1983.

Borsari S. Il monachesimo bizantino nella Sicilia e nell'Italia meridionale prenormanna, Napoli, Istituto Italiano per gli studi storici, n? 14, 1963.

Breccia G. Archivum Basilianum. Pietro Menniti e il destino degli archivi monastici italo-greci, in Quellen und Forschungen aus italienischen archiven und bibliotheken, 71, 1991.
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive Il Comune di carbone gi? da alcuni anni sta promuovendo azioni di salvaguardia e valorizzazione sia delle piante officinali e aromatiche e sia per la ricerca storica. Numerosi i convegni, la presentazione di testi librari, tesi di laurea ecc.
Attivita' proposte Oltre a continuare con le azioni di approfondimento storico sul Monastero di S.Elia di Carbone e oltre promuovere azini a salvaguardia della biodiversit?, si ritiene importante che si dia corso alla realizzazione di un laboratorio dei sensi dove conservare e far conoscere le piante officinali e aromatiche introdotte proprio dall'arrivo dei monaci Basiliani.
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da oltre 7 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare Ci? che si vuole realizzare è un laboratorio dei sensi dove conservare e far conoscere le piante officinali e aromatiche introdotte proprio dall'arrivo dei monaci Basiliani
Calendario attivita' Le attivit? si svolgono sepre nel mese di agosto di ogni anno.
Piano dei costi I costi presumibili per la realizzazione del laboratorio dei sensi e per le attivit? ad esso connesse possono quantizzarsi in circa 150.000 €
Piano dei ricavi Ad oggi non è possibile fare ipotesi sull'ammontare degli eventuali ricavi
Partecipazione comunita' Le azioni proposte servono innanzitutto a salvaguardare i saperi delle persone più anziane che custodiscono il patromonio di conoscenze in particolare sulla raccolta e sull'utilizzo delle piante officinali. Questo progetto coinvonge anche i giovani, destinatari e futuri custodi di questi saperi
Stato della progettazione Progettazione preliminare