Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Tricarico
Codice fiscale/Partita IVA 80002860775
Comune Tricarico
CAP 75019
PEC comune.tricarico.statocivile@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante Angela Marchisella
Responsabile del procedimento
Nominativo VINCENZO GRASSANO
Email vincenzo.grassano@comune.tricarico.mt.it
Telefono 0835526109
Ruolo Responsabile Area Tecnica
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Complesso Monumentale Santa Chiara e Torre Normanna
Localizzazione
Localita' Tricarico
Indirizzo Piazzale Santa Croce Santa Croce 1
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune Tricarico
Foglio 81
Particella/e 20
Descrizione del bene
Natura prevalente Complesso architettonico
Periodo di realizzazione Prima metà secolo XII
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Immobile di notevole pregio artistico-storico-culturale di proprietà comunale e della Diocesi di Tricarico. L'immobile è vincolato ai sensi della legge n 42/2004
Sintesi morfologica e tipologica L’immobile, per la parte di proprietà comunale, è stato oggetto di un intervento di restauro negli anni 2006/11 per una parte del piano terra e destinato a percorso museale con spazi ristrutturati per ospitare il corposo e prezioso patrimonio fotografico comunale; il resto dell’immobile necessita di interventi analoghi e versa in uno stato di estremo degrado a causa del “non uso” e della conseguente mancanza di manutenzione.
Storia Il convento delle Clarisse, suore di clausura, fu fondato nel 1333 da Sveva de Bethsan, vedova di Tommaso II Sanseverino, conte di Tricarico, con l'ausilio del re di Napoli Roberto d'Angiò, in quello che fu il castello normanno. In questo convento venivano monacate numerose figlie di nobili tricaricesi e dei centri vicini.
Destinazione d'uso Culturale la parte ristrutturata dal Comune è agibile ed accessibile. Il resto dell'immobile è inutilizzato.
Periodo di fruizione saltuariamente in occasione delle mostre fotografiche
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Accoglienza
- Informazione
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
Servizi attivabili - Editoria e vendita di cataloghi
- Sussidi e materiale informativo
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Caffetteria
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Pulizia
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Non fruibilita' la parte non utilizzata è mancante di manutenzione straordinaria e alcuni interventi di carattere strutturale e sulla copertura
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione
Risorse necessarie per opere murarie 3500000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 500000
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta la gestione diretta potrebbe interessare la sola apertura, guardiania e chiusura dell'immobile, che verrebbe gestito da un Comitato Artistico di persone qualificate
Disponibilita' a forme di gestione indiretta Così come fatto con i centri visita attivi è previsto l’affidamento all’esterno della gestione delle strutture mediante convenzione.
L’Amministrazione comunale intende ricercare in ambito comunale figure professionali per attivare nuova imprenditoria.
Risorse aggiuntive Gestione per il tramite di un Comitato Artistico
Sostenibilita' gestionale La sostenibilità economica della gestione dei servizi connessi alla rete museale dovrà essere assicurata dalla realizzazione di attività di autoimpiego e di cooperazione.
Così come avviene in genere per tutte le strutture di questo tipo, il raffronto tra costi e ricavi determina la presenza di un gap finanziario a favore dei costi. Ciò è imputabile alla necessità di contenere i costi di bigliettazione per permettere la fruizione stessa delle strutture. Pertanto bisognerà prevedere nell’ambito del STL una forma di contribuzione necessaria per consentirne il funzionamento.
Sostenibilita' finanziaria Per la verifica della sostenibilità finanziaria dell’iniziativa, anche alla luce delle esperienze già maturate, si è provveduto a fare una proiezione dell’analisi dei costi e ricavi in un periodo di 5 anni considerando un calendario di apertura similare a quello che caratterizza i centri visita già operativi. L’analisi dei ricavi è stata elaborata tenendo conto di un progressivo aumento delle presenze nelle strutture di visita nel corso degli anni.
Il calcolo tiene conto dei costi e dei ricavi riferiti all’intera rete dei centri visita e delle strutture del CEAS già attive.
Vincoli su territorio Vincolo paesaggistico-ambientale.
Conformita' urbanistica Conforme
Conformita' ambientale Conforme
Eventuali risorse aggiuntive Gestione per il tramite di un Comitato Artistico
Stato della progettazione Progettazione preliminare