Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione SAN CHIRICO RAPARO
Codice fiscale/Partita IVA 81000430769
Comune San Chirico Raparo
CAP 85030
PEC areaamministrativocontabile@pec.regione.basilicata.it
Legale rappresentante CLAUDIO BORNEO
Responsabile del procedimento
Nominativo RAFFAELE RINALDI
Email areaamministrativocontabile@gmail.com
Telefono 0973032974
Ruolo p.o. Responsabile Area Amministrativo Contabile
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene ABBAZIA DI SANT'ANGELO AL MONTE RAPARO
Localizzazione
Localita' San Chirico Raparo
Indirizzo Strada Provinciale 7 "Agri Sinni" S. Angelo al Monte Raparo snc - Km 30
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune San Chirico Raparo
Foglio 6
Particella/e 61
Subalterno 0
Descrizione del bene
Natura prevalente Complesso architettonico
Periodo di realizzazione Seconda metà secolo X
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Il bene fa parte di un'area di particolare rilevanza storica, ad elevato impatto religioso. Tra i primi insediamenti basiliani in terra lucana, annovera il privilegio letterario instillato negli esametri "Meteororum Liber" del poeta umanista Giovanni Pontano, detto Gioviano (Cerreto di Spoleto 1429 - Napoli 1503). In essi fioriscono le vicende del Fauno Capripede follemente innamorato della sfuggente, quanto bella, Ninfa Ripenia, complice lo sgorgare intermittente della mitica fonte Trigella.
Sintesi morfologica e tipologica Monumento in architettura bizantina risalente al sec. X, gi? menzionato in documenti del 1085. Costruzione in pianta rettangolare, con abside semicircolare decorata esternamente con archetti e sormontata da cupoletta con alto tamburo pure con archetti e calotta coperta da tetto a gradinata. L'opera di ricostruzione ha ripreso fedelmente l'aspetto originario.
Storia Fondata da San Vitale da Castronovo di Sicilia nel sec. X, ospit? nelle sue grotte il primo insediamento cenobitico di una comunit? monastica dell'ordine basiliano.
Destinazione d'uso Non utilizzato
Periodo di fruizione Aperture straordinarie e temporanee
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Informazione
- Guida e assistenza didattica
Servizi attivabili - Sussidi e materiale informativo
- Gestione di raccolte discografiche, di diapoteche e biblioteche museali
- Gestione dei punti vendita e l'utilizzazione commerciale delle riproduzioni dei beni
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Caffetteria
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Non fruibilita' Opera di ricostruzione conservativa in corso di ultimazione.
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione I lavori di restauro e recupero ricostruttivo sono in corso dall'anno 1984. Hanno richiesto il recupero delle parti sopravvissute ai continui crolli succedutisi nel corso dei secoli, il consolidamento e la ricostruzione fedele dell'intero comparto, come desunto dalla documentazione storica e fotografica.
Attualmente, il bene presenta tutte le caratteristiche originarie, essendo stato ricondotto al primigenio splendore.
Sono in corso le ultime opere di completamento, con interessamento anche rispetto alla sottostante grotta, sede del primo Cenobio fondato da San Vitale da Castronovo di Sicilia.
Risorse necessarie per opere murarie 500000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 200000
Risorse necessarie per altro 300000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro Realizzazione di servizi in favore dei visitatori - Realizzazione di un'arena per gli spettacoli - Area parcheggio
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta Gestione diretta ascrivibile al solo periodo transitorio, in attesa delle definizioni stabili successive all'apertura ufficiale del sito monumentale.
Disponibilita' a forme di gestione indiretta Tale forma appare la più consona allo sviluppo complessivo dell'attivit? gestionale.
Risorse aggiuntive Non esistono preclusioni in merito a forme partenariali anche miste (pubblico/privato)
Sostenibilita' gestionale NO
Sostenibilita' finanziaria Il piano di gestione finanziaria è direttamente correlata alle forme di gestione che si andranno a determinare.
Vincoli su territorio Il bene è stato dichiarato Monumento Nazionale con DPR del 1927.
E' ubicato in area Parco e ZPS.
Conformita' urbanistica Conformit? agli strumenti urbanistici.
Conformita' ambientale Conformit? alle norme ambientali.
Eventuali risorse aggiuntive Non esistono preclusioni in merito a forme partenariali anche miste (pubblico/privato)
Stato della progettazione Progettazione preliminare