Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI RIONERO IN VULTURE
Codice fiscale/Partita IVA 85000990763
Comune Rionero in Vulture
CAP 85028
PEC protocollo.rioneroinvulture@asmepec.it
Legale rappresentante Luigi Di Toro
Responsabile del procedimento
Nominativo LORENZO DI LUCCHIO
Email dilucchio@comune.rioneroinvulture.pz.it
Telefono 0972729225
Ruolo Responsabile del Servizio Urbanistica
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Carcere Borbonico
Localizzazione
Localita' Rionero in Vulture
Indirizzo Largo Giuseppe Mazzini Centro storico 17bis
Coordinate geografiche 40.922010, 15.674857
Riferimenti catastali
Comune Rionero in Vulture
Foglio 35
Particella/e 368
Descrizione del bene
Natura prevalente Fabbricato
Periodo di realizzazione Anno 1475
Valutazione espressa dal MiBACT L'intervento di restauro è stato curato direttamente dal Ministero dei Beni culturali.
Contesto L'immobile è una ex Grancia del Convento di Santa maria degli Angeli di atella. Originariamente di proprietà ecclesiastica era usato come depostito e granaio dell'abbazia, poi abbandonato e successivamente riutilizzato come carcere borbonico. Per tale motivo l'edificio è stato profondamento ristrutturato per renderlo idoneo ad ospitare i reclusi e per adempiere alla funzioni proprie di modesto carcere destinato ai malviventi locali e a quei contadini combattivi che, successivamente all'unità d'Italia, hanno caratterizzato la drammatica guerra cicile denominata BRIGANTAGGIO.
Sintesi morfologica e tipologica La Grancia originaria era costituita da un vasto ambiente a piano terra, una comoda scala e tre salette con piccola stanza al piano superiore. In un corpo distinto al piano terra tre vani per depositi. La trasformazione, prima ad uso civile poi, a partire dagli anni trenta dell'800, a carcere circondariale, modifica radicalmente l'aspetto, soprattutto esterno, del complesso.
Storia La fine del 1700 è caratterizzato da numerosi atti di brigantaggio che turbano la sicurezza delle campagne del Vulture. Fanno eco le imprese del famigerato Angiolillo (Angelo del Duca), dei fratelli Bufaletto (Pasquale e Vito Giordano) e Maccapone (Tommaso Grosso). �? solo a seguito dell�??unificazione italiana che si svilupp? quel brigantaggio a risonanza nazionale con le gesta di Carmine Crocco e la sua banda di briganti, di cui è allestita la mostra permanente �??La Parata dei Briganti�?� ed il museo virtuale sul Brigantaggio, all�??interno del complesso dell�??Ex Grancia �?? Ex Carcere di Rionero, recuperato e restaurato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Basilicata e del Comune di Rionero. Il museo virtuale sul Brigantaggio e la mostra permanente �??La parata dei Briganti�?�, è divisa in sezioni e si sviluppa su due livelli:
- al piano terra nella sala d�??ingresso coperta con volta a crociera è allocata la reception e una piccola biblioteca dei volumi sul brigantaggio;
- a destra, nell�??ex cella dei detenuti, la saletta proiezioni-convegno.

Al primo piano il percorso museale comprende:
Sala Briganti �?? ex cella per detenuti ammalati;
Sala Brigantesse �?? ex cella per detenute donne;
Sala Crocco �?? ex cella per detenuti di piccoli reati.
Destinazione d'uso Terziario/direzionale
Periodo di fruizione sabato - domenica e su richiesta
Modalita' di gestione Indiretta
Servizi attivi - Accoglienza
- Informazione
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
Servizi attivabili - Editoria e vendita di cataloghi
- Guida e assistenza didattica
- Iniziative promozionali
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Il Museo virtuale sul Brigantaggio è la prima struttura cittadina destinata a museo e mostra permanente, rappresenta per la collettività e per tutti i visitatori una occasione di conoscenza e approfondimento di un periodo tra i più travagliati della seconda metà dell'ottocento ed un'opportunità didattica per le scuole.
Allestimenti:
- Ripristino e miglioramento offerta del museo multimediale (ripristino schermi e pc)
- Acquisto nuovi strumenti multimediali : tablet, visori 3d, schermi touch screen, video mapping, audio guide.
- Acquisto attrezzature e allestimenti: Acquisto libri sul fenomeno del Brigantaggio , Acquisto Armi del Risorgimento italiano, Acquisto ricostruzioni di Armi storiche, Acquisto ricostruzione di abiti storici (soldati e ufficiali borbonici e piemontesi, nobili, briganti, Personaggi) , Realizzazione di pannelli esplicativi sul museo, Allestimenti scenografici esterni ed interni.
- Pubblicazioni: Cataloghi sul museo, cataloghi sulla struttura os
Risorse necessarie per opere murarie 10000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 35000
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta si
Disponibilita' a forme di gestione indiretta si
Risorse aggiuntive no
Sostenibilita' gestionale no
Sostenibilita' finanziaria --
Vincoli su territorio si
Conformita' urbanistica si
Conformita' ambientale si
Eventuali risorse aggiuntive no
Stato della progettazione Nessuna