Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI TRIVIGNO
Codice fiscale/Partita IVA 00243610763
Comune Trivigno
CAP 85018
PEC ufficio.protocollo.comunetrivigno@pec.it
Legale rappresentante Michele Carmelo MARINO
Responsabile del procedimento
Nominativo MICHELE CARMELO MARINO
Email icamarinomichele@tiscali.it
Telefono 097145934
Ruolo SINDACO
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene FUOCHI DI SANT'ANTONIO ABATE
Localizzazione
Luogo culturale L'evento rientra tra quelli dedicati a Sant'Antonio Abate ed in particolare l'usanza di dedicare dei fuochi di notevoli dimensioni aventi una funzione propiziatoria. L'accensione del fuoco che avviene nella piazza centrale del paese ove fra l'altro ha sede il Municipio rappresenta un evento di buono auspicio per la benedizione per tutti gli animali ed in particolare il maiale tant'è che in epoca antica veniva fatto passare per il centro abitato ed ogni cittadino gli dava da mangiare in senso di buono auspicio.
Localizzazione geografica L'evento si svolge nella piazza Plebiscito mediante l'accensione del grande fuoco in onore del Santo. Ad allietare la serata sono presenti rappresentazioni musicali che solitamente sono erogate da ragazzi locali ed inoltre si realizza una sagra alimentare con prodotti tipici trivignesi.
Descrizione del bene
Aree tematiche - Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
- Demoetnoantropologica (Tradizioni, riti, ...)
- Santità e vissuto religioso
Valutazione interesse culturale L'evento è radicato nella storia della comunit? di Trivigno fin da epoca remota, rappresenta per i trivignesi un elemento di attaccamento al proprio territorio tant'è che per l'evento ritornano diversi cittadini che per un motivo o per un altro si sono allontanati dal proprio paese.
Contesto L'evento ha la sua origine nell'ambiente legato all'agricoltura proprio per la caratteristica del Santo, per? nel corso degli anni è diventato un appuntamento con caratteristiche folcloristiche ed un motivo di socialit
Descrizione modalita' di gestione L'evento è sentito fortemente dagli abitanti di Trivigno e vi è una forte convinzione nel perpetuare l'evento nel corso degli anni stabilendo unica data il 17 di gennaio per la festivit? di Sant'Antonio Abate e la sera prima l'accensione del fal? in piazza.
Caratteristiche significative La particolarit? è l'accensione e la benedizione del fuoco di notevoli dimensioni circa 9 metri di diametro alla base che rappresenta il motivo di socializzazione fra gli abitanti.
Bibliografia Vari sono gli articoli pubblicati in occasione dell'evento stesso sulla stampa locale.
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive Nessuno
Attivita' proposte SI prevede di mantenere attiva la tradizione che come detto rappresenta un punto di incontro e di ritrovo per quanti hanno abbandonato il paese di Trivigno per spostarsi altrove. La certezza è rappresentata dalla data che in modo assoluto è stabilita il 16 gennaio di ogni anno data in cui è prevista l'accensione del fal? nella piazza Plebiscito.
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da 1 a 3 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare E' stata realizzata la manifestazione denominata Notte dei fal? e dei desideri durante la quale sono liberati in aria delle lanterne che allontanandosi dal proprietario portano con loro i sogni e desideri dei proprietari creando cos? una notte fantastica.
Calendario attivita' Appuntamento annuale nel periodo dal 16 al 18 gennaio per la realizzazione dell'evento.
Piano dei costi Costo stimato di 10.000,00 euro
Piano dei ricavi E' prevista la presenza di circa 10.000 persone nel triennio considerato.
Partecipazione comunita' La comunit? è fortemente coinvolta proprio per l'appartenenza al gruppo trivignese, l'Amministrazione contribuisce alla realizzazione dei manifesti informativi che sono diffusi in ambito regionale.
Stato della progettazione Progettazione preliminare