Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI MASCHITO
Codice fiscale/Partita IVA 86002060761
Comune Maschito
CAP 85020
PEC anagrafe@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante ROSSANA MUSACCHIO ADORISIO
Responsabile del procedimento
Nominativo Rossana Musacchio Adorisio
Email sindaco@comune.maschito.pz.it
Telefono 097233074
Ruolo sindaco
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene FESTA DELL'UVA
Localizzazione
Luogo culturale La Festa dell'Uva rappresenta una tradizione della comunità maschitana. Essa è pensata quale celebrazione della tradizione vitivinicola del paese e si svolge nel periodo della vendemmia. La manifestazione, organizzata dall'associazione Berimbau, coinvolge l'intera comunità maschitana nella preparazione dei carri allegorici rappresentati scene bucoliche e relative alla vendemmia.
Localizzazione geografica L'evento si svolge a Maschito in settembre ed interessa, oltre la comunità di Maschito, i paesi limitrofi.
Descrizione del bene
Aree tematiche - Demoetnoantropologica (Tradizioni, riti, ...)
- Saperi tecnici e artigianali
Valutazione interesse culturale La Festa dell'Uva nasce agli inizi degli anni novanta ad opera dell'associazione Donne di Maschito ed è entrata a pieno titolo negli eventi tradizionali del paese. Nel corso degli ultimi due anni tale manifestazione è stata ripresa e rinvigorita dal lavoro dell'associazione Berimbau, coinvolgendo in modo significativo la popolazione maschitana. Questa manifestazione rappresenta un unicum nella zona del Vulture Melfese, in quanto l'evento celebra la vendemmia, l'Aglianico del Vulture di Maschito e la tradizione vitivinicola del comune attraverso una sfilata di carri allegorici che rappresentano i temi sovra citati.
Contesto Il contesto culturale in cui si svolge la Festa dell’Uva è la celebrazione del raccolto, tipica delle società rurali della Basilicata. Un momento di festa e di ringraziamento per i frutti del lavoro di un intero anno che si sublimano nell’ambito della vendemmia, già ricca di tradizioni, di rituali precisi e di tipicità eno-gastronomiche. Queste tradizioni vengono “trasposte” nell’allestimento dei carri allegorici che rappresentano con orgoglio la cultura rurale di Maschito e l’eccellenza della produzione dell’Aglianico del Vulture.
Descrizione modalita' di gestione La Festa dell’Uva è una tradizione che si tramanda di generazione in generazione, grazie all’esempio dei contadini più anziani che trasmettono durante il periodo della vendemmia il loro bagaglio di conoscenze alle nuove generazioni (in primis la realizzazione dei carri, che anno dopo anno, sono diventati sempre più complessi e dotati anche di una certa valenza artistica). Inoltre vengono trasmesse le tradizioni relative agli strumenti utilizzati in passato per la raccolta delle uve e per la vinificazione e i rituali sociali tipici della vendemmia (come ad esempio lo mbërniquë – un pasto povero che veniva consumato dai braccianti a metà della mattinata di lavoro consistente in un piatto di peperoni e pomodori, una fetta di pane, vino, formaggio e salumi).
Il piano di recupero e valorizzazione della Festa dell’Uva è realizzato grazie all’impegno profuso dall’associazione Berimbau, un’organizzazione nata nel 2012 e composta esclusivamente dai giovani del comune di Maschito. Inoltre la sfilata dei carri allegorici interessa la comunità maschitana nel suo complesso.
Caratteristiche significative L’elemento caratteristico e più significativo della Festa dell’Uva è la sfilata dei carri allegorici che si svolge in una domenica pomeriggio durante il periodo della vendemmia. La sfilata dei carri, partendo dalla storica fontana Skanderberg, attraversa l’intero comune e si conclude in piazza Caroseno dove vengono premiati i carri artisticamente più rilevanti. La sfilata è accompagnata da musiche tradizionali e dalla degustazione sui carri dei prodotti tipici maschitani, in primis il vino Aglianico.
Bibliografia
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive
Attivita' proposte Preservazione della sfilata dei carri allegorici. Coinvolgimento delle aziende agricole locali per la promozione e valorizzazione dei prodotti tipici. Recupero delle cantine storiche del paese. Realizzazione materiale informativo su tradizioni e rituali della vendemmia a Maschito. Valorizzazione della musica popolare lucana.
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? No, da realizzare per la prima volta
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare Nello scorso anno la Festa dell’Uva si è caratterizzata dalla sfilata dei carri allegorici, da un concorso per il miglior vino artigianale del paese, da uno stand di degustazione delle specialità tipiche maschitane e da un concerto del gruppo popolare lucano “Ragnatela Folk Band”. Per il futuro si prevede il coinvolgimento delle aziende vitivinicole e delle attività del settore food per la creazione di un percorso culturale ed enogastronomico che porti alla conoscenza delle cantine di Maschito, delle tecniche di produzione dell’Aglianico e dei piatti tipici della tradizione. Inoltre si prevede nel lungo periodo la rivalutazione di alcune cantine storiche, che pur essendo di notevole rilievo architettonico e artistico sono ormai in disuso.
Calendario attivita' 1° ANNO SETTEMBRE – Sfilata dei Carri. Creazione percorso culturale ed enogastronomico. Concerto di musica popolare lucana.
2° ANNO SETTEMBRE – Sfilata dei Carri. Creazione percorso culturale ed enogastronomico. Concerto di musica popolare lucana. Creazione materiale informativo su tradizioni e rituali della vendemmia a Maschito.
3° ANNO SETTEMBRE – Sfilata dei Carri. Creazione percorso culturale ed enogastronomico. Concerto di musica popolare lucana. Recupero delle cantine storiche.
Piano dei costi 1° ANNO € 7.000,00
2° ANNO € 7.000,00
3° ANNO € 7.000,00
Piano dei ricavi Non sono previsti ricavi.
Partecipazione comunita' La comunità di Maschito viene coinvolta tramite l’allestimento dei carri e la partecipazione alla sfilata come figuranti. All’evento, oltre all’associazione Berimbau che è l’ente organizzatore, partecipano diverse associazioni presenti sul territorio come : l’Associazione culturale “Cap. Lazzaro Mathes”, l’associazione “Musicamaschito”, l’associazione sportiva “ASD Maschito”, la locale Pro-Loco, la sezione locale dell'AVIS.
Stato della progettazione Progettazione preliminare