Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Calvera
Codice fiscale/Partita IVA 82000330769
Comune Calvera
CAP 85030
PEC comune.calvera@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante Mario Giovanni Bartolomeo
Responsabile del procedimento
Nominativo MARIO GIOVANNI BARTOLOMEO
Email mariogiovannibartolomeo@gmail.com
Telefono 0973573061
Ruolo SINDACO
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Palazzo MOBILIO
Localizzazione
Localita' Calvera
Indirizzo Via XX Settembre Salita Bonomati snc - Km 1
Coordinate geografiche 40Â?14â??97.28â??â?? N 16â??Â?14â??53â??15â??â?? E
Riferimenti catastali
Comune Calvera
Foglio 9
Particella/e 118
Subalterno nessuno
Descrizione del bene
Natura prevalente Fabbricato
Periodo di realizzazione Anno 1700
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Il palazzo Bonati-Mobilio rappresenta una rilevante emergenza storica-architettonica, situata nel centro storico del comune di Calvera. Appartenuto ad una nobile famiglia del luogo, è ubicato a ridosso della strada provinciale che attraversa il comune; il palazzo è facilmente accessibile e risulta essere uno dei complessi storici di questo comune.
Il paese, sorto tra il X ed XI secolo con l'arrivo dei monaci greci, è situato alle pendici del Monte Mancino, ed è immerso nel territorio del Parco Nazionale del Pollino; E si trova a quota 615 sl m.
Oltre ad essere un rilevante bene storico-architettonico, il Palazzo ha avuto l'onore ai primi del 1900, di ospitare la poetessa-scrittrice napoletana Matilde Serao, che rappresenta nel panorama nazionale una delle prime donne fortemente libere ed emancipate.
L'idea del comune è proprio quella di legare un insieme di attività culturali e sociali del territorio al nome di questa grande donna, ubicando all'interno del restaurato palazzo, una bibliomediateca, un internet point, varie attività legate all'arte, alla poesia ed alla catalogazione di beni storici presenti sul territorio.
Sintesi morfologica e tipologica Il Palazzo disposto su un leggero declivio, si sviluppa intorno ad una piccola corte piuttosto decentrata. L'impianto planimetrico è di tipo regolare, ed i piani fuori terra risultano essere tre.
Al piano terra sono ubicati degli spazi cantina molto interessanti, mentre ai piani superiori erano sistemati gli alloggi.
Le facciate risultano essere semplici, con dei leggeri fascioni marcapiano che ne determinano l'aspetto, caratterizzato anche sul fronte sud, da balconcini leggermente aggettanti. La struttura portante in muratura con pietra sbozzata, è rivestita con un intonaco arricciato di tipo tradizionale.
Di grande interessa il portone ligneo di accesso alla struttura.
Palazzo Bonati-Mobilio è tra gli edifici più antichi e storici di Calvera. Il periodo di edificazione è da far risalire al 1700. Fu realizzato dalla famiglia Mobilio. Gli uomini illustri e colti della famiglia hanno arricchito il palazzo soprattutto all'interno, che ha conosciuto periodi di grande valore. La facciata clasicamente settecentesca, alla pari dei palazzi nobiliari delle grandi città, è decorata con una doppia cornice nella parte della copertura; un'altra parte della struttura è decorata con una romanella in embrici.
All'interno gli spazi risultano essere ampi e ben illuminati, collegati tra di loro da uno scalone interno; i gran parte delle parti strutturali è compromessa staticamente e necessita con urgenza un intervento di consolidamento per non disperdere un importante patrimonio storico-architettonico.
Storia Palazzo Bonati-Mobilio è tra gli edifici più antichi e storici di Calvera. Il periodo di edificazione è da far risalire al 1700. Fu realizzato dalla famiglia Mobilio. Gli uomini illustri e colti della famiglia hanno arricchito il palazzo soprattutto all'interno, che ha conosciuto periodi di grande valore. La facciata clasicamente settecentesca, alla pari dei palazzi nobiliari delle grandi città, è decorata con una doppia cornice nella parte della copertura; un'altra parte della struttura è decorata con una romanella in embrici.
All'interno gli spazi risultano essere ampi e ben illuminati, collegati tra di loro da uno scalone interno; i gran parte delle parti strutturali è compromessa staticamente e necessita con urgenza un intervento di consolidamento per non disperdere un importante patrimonio storico-architettonico.
Destinazione d'uso Non utilizzato Non fruibile
Periodo di fruizione nessuno
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Pulizia
Servizi attivabili - Editoria e vendita di cataloghi
- Sussidi e materiale informativo
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Caffetteria
- Guardaroba
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Pulizia
- Vigilanza e biglietteria
Non fruibilita' Ad oggi gli spazi del palazzo non sono fruibili, in quanto a seguito del sisma del 1998 le strutture portanti sono state compromesse. Sono state eseguite opere di presidio e puntellamento per la messa in sicurezza del sito.
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione
Risorse necessarie per opere murarie 800000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 200000
Risorse necessarie per altro 100000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta Si attiverà una forma di gestione indiretta
Disponibilita' a forme di gestione indiretta L'Ente comunale ha già manifestato la disponibilità a sottoscrivere eventuali intese istituzionali per la futura messa a disposizione del bene a terzi (cooperative o società), da selezionare tramite opportune procedure di evidenza pubblica
Risorse aggiuntive L'Ente comunale ha attivato interlocuzioni con vari istituti bancari ed altre imprese per la partecipazione in qualità di sponsor
Importo risorse aggiuntive 10000
Sostenibilita' gestionale Sarà predisposto, di concerto con la Soprintendenza ai Beni Architettonici, un preliminare di piano Gestionale
Sostenibilita' finanziaria IPOTESI GESTIONALE ATTIVITÀ BIBIOMEDIATECA
Uscite:
Personale 25000
Consumi 10000
Conservazione e manut. Ordinaria 10.000
45000

Entrate:
Biglietti e servizi 20000
Attività ed eventi 10000
Contributi 8000
Sponsor 7000
45000
RISULTATI DI GESTIONE = 0
Vincoli su territorio Ambientale
Conformita' urbanistica Piena conformità alla strumentazione urbanistica locale e sovracomunale
Conformita' ambientale Piena conformità alla vincolistica locale e sovracomunale
Eventuali risorse aggiuntive L'Ente comunale ha attivato interlocuzioni con vari istituti bancari ed altre imprese per la partecipazione in qualità di sponsor
Stato della progettazione Progettazione preliminare