Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI RIPACANDIDA
Codice fiscale/Partita IVA 01113300766
Comune Ripacandida
CAP 85020
PEC resp.amministrativo.ripacandida@pec.it
Legale rappresentante ANTONIO PACE
Responsabile del procedimento
Nominativo GIUSEPPE MICHELE SAVINO
Email ripacandida@gmail.com
Telefono 3271795612
Ruolo Responsabile del settore Amministrativo
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene IL CULTO DI SAN dONATO
Localizzazione
Luogo culturale Il Comune di Ripacandida ha l'onore di avere come santo protettore San Donato V.M. a cui è dedicato il Santuario presente in questo paese.
Negli ultimi anni, il Santuario di San Donato di Ripacandida e i suoi preziosi affreschi, hanno ottenuto la ribalta regionale e nazionale, grazie alla sapiente azione congiunta dell"Amministrazione comunale e dell"Associazione Pro-Loco nel rendere proficue le attivit? di gemellaggio con la Basilica di San Francesco in Assisi. Essere entrati nella scia luminosa di Assisi ci rende orgogliosi e non a caso la fede e l"arte presente nella nostra chiesa si sono pienamente ritrovate nella definizione di "piccola Assisi di Basilicata"?.
La sua venerazione ormai ha raggiunto ogni confine del mondo.
Per alimentare la devozione del Santo è stata costituita una ssociazione denominata " Associazione delle citt? di San Donato " ed in questo paese si svolge in Suo onore una festa nei giorni 5 - 6 e 7 Agosto. La sua realizzazione è effettuata da parte della parrocchia di questo Comune e da un comitato feste patronali appositamente istituito
Localizzazione geografica La festa viene principalmente svolta nei pressi del Santuario di San Donato.
Diversi sono i pulman di fedeli che per l'occasione vengono a visitare e pregare il Santo.
Ripacandida, questo piccolo, incantevole centro del Vulture, pu? essere Considerato un sito di notevole importanza nell"ambito delle tradizioni popolari della fede e diventare meta di un flusso migratorio dei fedeli;
Nella sapiente lettura di ispirazione biblica e della spiritualit? francescana che fanno della Chiesa di San Donato e del suo ciclo pittorico, un cantico perenne, un racconto convincente e avvincente che introduce al mistero e ne fornisce un"adeguata chiave di lettura.
Descrizione del bene
Aree tematiche - Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
- Artistica
- Santità e vissuto religioso
Valutazione interesse culturale Ripacandida, questo piccolo, incantevole centro del Vulture, pu? essere Considerato un sito di notevole importanza nell"ambito delle tradizioni popolari della fede e diventare meta di un flusso migratorio dei fedele; nella sapiente lettura di ispirazione biblica e della spiritualit? francescana che fanno della Chiesa di San Donato e del suo ciclo pittorico, un cantico perenne, un racconto convincente e avvincente che introduce al mistero e ne fornisce un"adeguata chiave di lettura.
Contesto Ripacandida, questo piccolo, incantevole centro del Vulture, pu? essere considerato un sito di notevole importanza nell"ambito delle tradizioni popolari della fede e diventare meta di un flusso migratorio dei fedele; nella sapiente lettura di ispirazione biblica e della spiritualit? francescana che fanno della Chiesa di San Donato e del suo ciclo pittorico, un cantico perenne, un racconto convincente e avvincente che introduce al mistero e ne fornisce un"adeguata chiave di lettura.
Siamo anche consapevoli che tutto quello che finora è stato fatto non è sufficiente a rendere efficace l"azione di promozione e di valorizzazione del sito, in quanto mancano gli strumenti necessari a pubblicizzare adeguatamente il sito sul territorio locale, regionale e nazionale.
Per questo la Pubblica Amministrazione si vuole adoperare per realizzare progetti di marketing territoriale e di promozione del Santuario di San Donato e del Giardino Storico di San Francesco chiedendo la collaborazione agli Enti Locali del territorio.
Descrizione modalita' di gestione SANTUARIO DI SAN DONATO A RIPACANDIDA
Nel 1602, in un Capitolo dei Minori Osservanti della provincia di S. Nicola tenutosi a Terlizzi, si decide di istituire una comunit? minoritica a Ripacandida, dove pare che i Francescani siano giunti nel 1605 e abbiano dato inizio alla costruzione del convento accanto alla chiesa.
Con il "Regio Decreto per la Soppressione delle Congregazioni Religiose"? del 7 luglio 1866, vengono cacciati anche i Minori di S. Donato: erano dodici i frati che ne costituivano la comunit?.
Il convento, di propriet? del Comune di Ripacandida, viene nel 1894 affidato alle suore Francescane di Gesù Bambino, che lo abitano tuttora e che hanno in cura il Santuario.
Suore che da quel giorno ad oggi hanno saputo custodire l'intera struttura.
Molto nel tempo è stato realizzato dalle Suore, dalla Parrochhia e dalle associazioni presenti sul territorio comunale. In particolar modo fantastica è stata la divulgazione del Santuario e del suo ciclo pittorico dall'Associazione Pro Loco di Ripacandida che attraverso la promozione del gemellaggio con la Basilica di San Francesco di Assisi e la divulgazione attraverso i mezzi di informazione ha fatto conoscere in ogni dovbe la peculiarit? della chiesa di san Donato di Ripacandida. Il Comune di Ripacandida ha sigliato a tal propostito in patto di amicizia e di fratellanza con il Comune di Assisi.
L'associazione comitato feste patronali st? da ultimo implementando e diffondendo le bellezze del sito.
Caratteristiche significative La chiesa di San Donato a Ripacandida potrebbe essere definita, per antonomasia, la "piccola Assisi" di Basilicata. Infatti, oltre al tipico impianto francescano ad aula unica, priva di transetto e con coro rettilineo, ha, in analogia con la Basilica assisiate, tre campate voltate a crociera ogivale, esempio unico in tutta la regione, ed è affrescata nell'interno per l'intera estensione delle superfici disponibili.
La serie di Santi dell'ordine effigiati nelle pilastrate - Francesco, Antonio, Ludovico e, forse, Bonaventura -non lascia dubbi sulla sua originaria destinazione ad una comunit? francescana.
Bibliografia Parrebbeche essa sia sorta su una chiesa preesistente, attestata dalle "Rationes decimarum" dell'anno 1325 quale pertinenza della mensa vescovile di Rapolla; la stessa cui è riferibile a citazione contenuta in una bolla di Eugenio III dell'anno 1152.
Bibliografia :
F. Agnoli, M. Luscia, A. Pertosa, Santi & rivoluzionari, SugarCo, 2008.
Mario Benatti, I santi dei malati, Ed. Messaggero, 2007.
Benedetto XVI, I santi di Benedetto XVI. Selezione di testi di Papa Benedetto XVI, Libreria Editrice Vaticana, 2008.
Alban Butler, Il primo grande dizionario dei santi secondo il calendario, Piemme, 2001.
Lorenza Dardanello Tosi, Storie di santi e beati e di valori vissuti, Paoline Edizioni, 2006.
Mario Giusti, Trenta santi più uno. San Paolo Edizioni, 1990.
Piero Lazzarin, Il libro dei Santi. Piccola enciclopedia, Edizioni Messaggero
Roberto Olivato, Sacrari, santi patroni e preghiere militari, Edizioni Messaggero
Joseph Ratzinger, Santi. Gli autentici apologeti della Chiesa, Lindau Edizioni, 2007.
Antonio Maria Sicari, Atlante storico dei grandi santi e dei fondatori, Jaca Book, 2006.
Maria Vago, Piccole storie di grandi santi, Edizioni Messaggero,.
San Donato da Ripacandida, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.
Nicola Tricarico, Relazione su S. Donato in Ripacandida.
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive L'Amministrazione comunale, compatibilmente con le ridotte risorse di bilancio, sostiene annualmente l'iniziativa del culto di San Donato con un contributo economico di "? 3.000,00 - 4.000,00.
Fa presente che l'iniziativa non riveste finalit? di lucro ed è perseguito unicamente l'interesse generale del festeggiamento del Santo, della promozione dei luoghi artistici e monumentali che sono contenuti nello stesso Santuario nonchè di tutte le bellezze artistiche e monumentali del paese.
Attivita' proposte 1)- Corteo - processione;
2)- Attivit? musicali;
3)- Realizzazione di una pubblicazione sulla storia del Santuario e del Ciclo pittorico "della Bibbia di Ripacandida"? con analisi critiche degli affreschi del XV? secolo e della lettura sociologica, filosofica e antropologica della fede
4)- d. Produzione di materiali divulgativi (Poster, cartelloni pubblicitari, cartoline, cofanetti, altro) da posizionare nei maggiori punti di significativo interesse per l"arte e il turismo religioso.
5)- Produzione di materiale multimediale.
6) luminarie;
7) Fuochi d'artificio
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da oltre 7 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare Corteo per le vie del paese ( Processioni );
Spettacoli musicali con artisti di fama nazionale;
Presentaziuone di libro;
Luminarie per le vie del paese;
Fuochi pirotecnici;
Calendario attivita' La ricorrenza ormai da tempo immemorabile viene svolta nei giorni 5 - 6 e 7 agosto di ogni anno. E che pertanto si conferma anche per gli anni a venire.
Piano dei costi 1)- Corteo " processione"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?.."? 10.000,00
2)- Attivit? musicali "?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?. "? 60.000,00
3)- Realizzazione di attivit? promozionale e di approfondimento tematico con il coinvolgimento delle scuole e delle associazioni culturali attraverso iniziative di scambio con le comunit? della Provincia di Potenza e della provincia di Matera ( incentivo alla visita ).Erogazione di un contributo di "? 250,00 per ogni pulman organizzato dalle scuole in visita a Ripacandida, aderente all"iniziativa.- "?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?......"? 15.000,00
4)- Produzione di materiali divulgativi (Poster, cartelloni pubblicitari, cartoline, cofanetti, altro) da posizionare nei maggiori punti di significativo interesse per l"arte e il turismo religioso"?"?"?"?"?"?"? 10.000,00
5)- Produzione di materiale multimediale . . . . "?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?"?...."? "? 15.000,00
6) luminarie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . "? ...."? 20.000,00
7) fuochi pirotecnici ......................................................"? 18.000,00
Piano dei ricavi Il ricavato non sar? espresso in termini meramente economici ma le aspettative saranno sicuramente ottenute attraverso un sempre maggior numero di visitatori8 che verranno a venerare o visitare il Santo ed il Suo Santuario.
L'occasione sar? sicuramente utilizzata dai produttori locali di Vino - Miele - -Olio che approfittando nel notevole afflusso di visitatori - pellegrini potranno presentare e/o vendere i loro prodotti.
Partecipazione comunita' Le attivit? programmate sicuramente " cattureranno " le diverse comunit? che gi? venerano San Donato. Inoltre la comunicazione effettuata sia in maniera multiumedfiale che attraverso la realizzazione di poster o altro materiale pubblicitario farannno in modo da incuriosire i tanti " pellegrini " che costantemente giraro il mondo nel cosiddetto " turismo religioso " a cui saranno offerti i prodotti tipici del paese. ( Aglianico - olio - miele ) - Non a caso Ripacandida è citt? del miele - citt? del vino - citt? del miele - socio -fondatore dell'Associazione delle citt? di San Donato
Stato della progettazione Progettazione preliminare