Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione COMUNE DI MELFI
Codice fiscale/Partita IVA 85000420761
Comune Melfi
CAP 85025
PEC protocollo@pec.comunemelfi.it
Legale rappresentante LIVIO VALVANO
Responsabile del procedimento
Nominativo ALESSANDRO PANICO
Email panico.a@comunemelfi.it
Telefono 0972251303
Ruolo Assessore al Bilancio ed alle Politiche Economiche
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene CAPPUCCINI
Localizzazione
Localita' Melfi
Indirizzo collina dei cappuccini COLLINA DEI CAPPUCCINI
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune Melfi
Foglio 84
Particella/e 28, 1242, 1241, 709, 3229
Descrizione del bene
Natura prevalente Giardino o parco
Periodo di realizzazione Anno 2009
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Si tratta di un'area collinare rimasta interclusa nello sviluppo urbanistico della seconda metà del '900 della Città. Con atto del 2009 l'area è entrata a far parte del patrimonio del Comune di Melfi. Dal punto di vista paesaggistico l'area rientra nel patrimonio culturale e di identificazione del "Genius Loci" della città. Nell'antica tradizione cittadina era previsto che il 4 di agosto venissero sospese tutte le attività per salire alla collina. Nel gergo cittadino l'assenza ingiustificata dal luogo di lavoro è ancora appellata come "prendersi il 4 di agosto".
Sintesi morfologica e tipologica Sulla sommità della collina venne realizzato nel '400 il Convento dei Cappuccini, dal quale prende il nome la collina. Altra denominazione assunta dalla collina nei secoli scorsi è stata di "Monte Tabor". Da alcuni anni, su iniziativa della Diocesi di Melfi, Rapolla e Venosa, è stata realizzata una "VIA CRUCIS" che partendo dalla p.zza P.F.Campanile giunge fino al belvedere in cima alla collina. L'ultima acquisizione avvenuta nel 2009 darebbe la possibilità di completare il parco fino alla "Fontana del Bagnitello". Il parco si arricchisce della presenza di numerose grotte utilizzate in passato per la conservazione della neve al fine del suo utilizzo estivo, per il ricovero delle greggi e per la maturazione del formaggio.
Storia Sulla collina sono stati rinvenute tombe del terzo-quarto sec. A.C..
"Storia della città di Melfi". Araneo
Destinazione d'uso Altro
Periodo di fruizione Si può fruire solo la parte della Via Crucis
Modalita' di gestione Indiretta
Servizi attivi - Pulizia
Servizi attivabili - Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Caffetteria
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Visita e vigilanza
Non fruibilita' Gran parte dell'area è completamente abbandonata se non piccoli tratti di percorsi pedonali.
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione
Risorse necessarie per opere murarie 400000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 100000
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta no
Disponibilita' a forme di gestione indiretta L'area potrebbe rientrare nel più complesso sistema di aree verdi di cui dispone la città, con percorsi panoramici, culturali e percorsi salute. ecc.
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale no
Sostenibilita' finanziaria no
Vincoli su territorio Vincolo paesaggistico.
Conformita' urbanistica Conforme allo strumento urbanistico
Conformita' ambientale Conforme
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Nessuna