Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Savoia di Lucania
Codice fiscale/Partita IVA 80004110865
Comune Savoia di Lucania
CAP 85050
PEC comune.savoia@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante ROSINA RICCIARDI
Responsabile del procedimento
Nominativo ROSINA RICCIARDI
Email rosina.ricciardi@libero.it
Telefono 328 7546275
Ruolo Sindaco pro tempore
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Il cammino di Passannante
Localizzazione
Localita' Savoia di Lucania
Indirizzo Piazza Marconi Savoia di Lucania Savoia di Lucania 1 - Km 1
Coordinate geografiche -
Riferimenti catastali
Comune Savoia di Lucania
Foglio 26
Particella/e 247
Subalterno 4
Descrizione del bene
Natura prevalente Complesso architettonico
Complesso strutturale All'interno del Castello medievale, cuore del Borgo Medievale di Savoia di Lucania
Periodo di realizzazione Prima metà secolo XI
Valutazione espressa dal MiBACT Vincolo diretto ai sensi del Legge n, 1089 del 1939 e successive modificazioni (D.L. n. 42 del 22/01/2004 Codice dei Beni Culturali e del paesaggio) con D.M. del 27.10.83
Contesto Il castello e' un luogo idoneo e rappresentativo per ospitare l'installazione fissa de "Il viaggio di Passannante".
Il presente progetto nasce da una ricerca storica sulla controversa figura di Giovanni Passannante, a cui Savoia di Lucania diede i natali nel 1849. L'attivit? che si intende svolgere consta della ricostruzione virtuale di un itinerario sulle orme del viaggio di Giovanni Passannante dall'attentato al Re Vittorio Emanuele I fino alla sua morte e alla successiva rivisitazione storica degli eventi che accaddero.
Il viaggio è costituito da 3 tappe principali:
1) la ricostruzione storica della casa natale del Passannante a Salvia di Lucania, ove nacque il 19 febbraio 1849,
2) la riformazione della cella all'interno della torre della Linguella all'Isola d'Elba ove fu rinchiuso per ben dieci anni in una cella alta 1,40 m completamente buia sotto il livello del mare, legato a una catena di 18 chili;
3) e il luogo in cui sono esposti cimeli e documenti storici che hanno caratterizzato la vita dell'anarchico, tra i quali i suoi scritti, i documenti dell'epoca in riferimento all'attentato al Re Umberto I?, i documenti del processo. Cesare Lombroso, che inser? Passannante fra i «mattoidi di genio con idee utopistiche e politiche» (Considerazioni al Processo P., Napoli 1879, p. 44), e qualche anno dopo fra «i profeti e i rivoluzionari» (Genio e follia in rapporto alla medicina legale, alla critica ed alla storia, Torino 1882, p. 175, ora in Delitto, genio, follia). Nel maggio 2007, in seguito a un'ampia mobilitazione, i resti di Passannante furono sepolti a Savoia di Lucania.
Dunque, Savoia di Lucania rappresenta il ritorno a casa del Passannate. Infatti, il suo paese d'origine che, in segno di penitenza, venne rinominato da Salvia di Lucania a Savoia di Lucania in onore della famiglia reale, conserva tuttora, la denominazione di "salviani".
Gli interventi hanno la finalita' di rendere completamente fruibile il bene realizzando:
1) la ricostruzione storica della casa natale del Passannante, andata distrutta in seguito della rovinosa frana del 1915. La ricostruzione dunque avverr? sulla base di similitudini storiche documentate;
2) il trasferimento e ristrutturazione della ricostruzione storica della cella all'interno della torre della Linguella all'Isola d'Elba, attualmente all'interno di altro edificio;
3) una sala di esposizione dei cimeli e documenti storici che hanno caratterizzato la vita dell'anarchico, tra i quali i suoi scritti, i documenti dell'epoca in riferimento all'attentato al Re Umberto I?, i documenti del processo;
4) una sala/auditorium nella quale è possibile visionare il film documentario sulla vita di Giovanni Passannante, a servizio di turisti e scuole;
5) La realizzazione di materiale pubblicitario e di brochure informative.
Sintesi morfologica e tipologica Il castello medievale di Savoia di Lucania e' il monumento piu' rappresentativo di Savoia. Intorno ad esso e attraverso un processo storico secolare, infatti, si e' venuto a sviluppare il borgo medievale, costituito da una complessa trama di vicoli che caratterizza l'intero nucleo storico di Savoia.
Nonostante le numerose trasformazioni subite nel corso dei secoli, il suo impianto rimane compatto e si inserisce nel tessuto urbano circostante con una logica che rispecchia pienamente i caratteri dell'architettura medievale. La costruzione rappresenta un impianto trapezoidale che sviluppa intorno ad una corte interna: negli spigoli che delimitano Vico I del Popolo sono presenti due torri; una terza e' posta tra l'ingresso della corte e del giardino esterno. L'intero edificio si articola all'interno di un perimetro di 130 metri e si sviluppa su due piani fuori terra e uno interrato sulle due ali laterali, mentre sulle ali principali si sviluppa su tre livelli.
Storia Le notizie sulla sua origine sono scarse. Il Paternoster nella monografia "L'antica Salvia: oggi Savoia di Lucania" (F. Paternoster, Potenza: Tip. Zafarone & Di Bello, 1970) individua la sua edificazione nell'epoca feudale, al tempo della dominazione normanna e di Ruggero II. All'epoca della costruzione il Castello aveva dimensioni piu' ridotte rispetto ad oggi, nel tempo, l'impianto originario ha subito tali variazioni da essere trasformato a centro della vita del paese.
Destinazione d'uso Non utilizzato Al momento non fruibile per completamento delle opere previste.
Periodo di fruizione -
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Sussidi e materiale informativo
- Riproduzioni
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Vigilanza e biglietteria
Non fruibilita' Al momento non fruibile per completamento delle opere previste.
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Intervento eseguito con piu' finanziamenti.
Risorse necessarie per opere murarie 11000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 33800
Risorse necessarie per altro 5900
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro Eventuale recupero di ulteriori reperti/testimonianze.
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta L'Amministrazione comunale non intende effettuare la gestione diretta del bene, che intende affidare a soggetti terzi. In assenza di soggetti terzi interessati, pu? valutare la possibilit? di gestione diretta attraverso l'impiego di personale oggetto di forme di ammortizzazione sociale o del servizio civile.
Disponibilita' a forme di gestione indiretta Il Comune è disponibile alla gestione indiretta. L'Amministrazione Comunale intende affidare la gestione del bene a soggetti terzi (associazioni culturali, cooperative, ecc.) tramite realizzazione di protocolli, convenzioni o contratti.
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale La sostenibilit? gestionale e' assicurata dal Comune attraverso forme di gestione diretta o indiretta, dal coinvolgimento di soggetti terzi, mediante svolgimento di attivita' di tutela del bene culturale e tramite l'organizzazione di mostre, convegni, visite guidate, conferenze e altre manifestazioni.
Sostenibilita' finanziaria Si prevede di compensare i costi di esercizio, escluso il personale, attraverso le entrate dirette per il museo (biglietto di ingresso, bookshop, ecc.) e per l'utilizzo delle sale multimediali per mostre, convegni, visite guidate, conferenze ed altre manifestazioni.
Vincoli su territorio Vincolo diretto ai sensi del Legge n, 1089 del 1939 e successive modificazioni (D.L. n. 42 del 22/01/2004 Codice dei Beni Culturali e del paesaggio) con D.M. del 27.10.83.
Conformita' urbanistica Conforme
Conformita' ambientale Conforme
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione preliminare