Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Ente o Istituto pubblico
Denominazione Parco Regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane
Codice fiscale/Partita IVA 01025390772
Comune Accettura
CAP 75011
PEC parcogallipolicognato@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante Mario Atlante
Responsabile del procedimento
Nominativo MARCO DELORENZO
Email direttore@parcogallipolicognato.it
Telefono 3284751410
Ruolo Direttore
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene CROCCIA COGNATO
Localizzazione
Localita' Accettura
Indirizzo Strada Oliveto Lucano - Monte Croccia Monte Croccia
Coordinate geografiche UTM WGS84 33T 4488737,32N 597205,61E
Riferimenti catastali
Comune Accettura
Foglio 3
Particella/e 4
Descrizione del bene
Natura prevalente Manufatto
Complesso strutturale SITO ARCHEOLOGICO
Periodo di realizzazione Anno VI - IV sec. a.c.
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Il centro fortificato di Croccia Cognato è ubicato sulla cima del Monte Croccia (1049 m s.l.m. ) a dominio di uno dei rilievi della dorsale che fa da spartiacque tra i fiumi Basento, Sauro e Salandrella, costituisce al momento uno dei siti archeologicamente meglio documentati intorno all�??areale del Parco Regionale di Gallipoli Cognato. L�??interesse documentario nei confronti del sito di Monte Croccia, distribuito su uno spazio di poco più di 60 ha (di cui 19 riservati all�??acropoli) è noto sin dalla seconda met? del 1800 grazie alle prime indagini condotte dal Lacava, seguite negli anni successivi dal Di Cicco, dal Tramonti ed in seguito sostenute da interventi promossi da parte degli organi di Soprintendenza locale spesso in collaborazione con enti universitari.
Sintesi morfologica e tipologica Le caratteristiche strutturali attestate riferiscono di un centro difeso da due cinte murarie aventi perimetro comune sul versante meridionale e difese da piccoli fortini ubicati lungo le pendici; le strutture sono in parte costruite e in parte sostituite dalla naturale morfologia del luogo. Il perimetro della cinta muraria esterna (1.340 mt.) ha forma irregolare ed è realizzata per alcuni tratti in opera poligonale mentre per altri, in opera quadrata.
Il circuito interno (ca. 700 mt. di cui 200 mt, costituiti da roccia naturale) di forma quadrangolare racchiude invece l�??acropoli (679 mt.); realizzato in opera quadrata con blocchi isodomi recanti spesso segni di cava e lettere greche verosimilmente attribuibili ai segni dei mastri scalpellini. A SW della cinta muraria interna si apre l�??ingresso monumentale del tipo a corridoio mentre quattro ingressi non carrabili, le postierle, sono localizzati in posizione opposta lungo i versanti meridionale, settentrionale ed orientale.
Storia La documentazione esistente individua due principali fasi del centro fortificato, una riferibile al circuito esterno collocabile tra l�??VIII e la fine del VI sec .a.C. ed una al IV sec. a.C. riferibile al circuito interno. I primi scavi, diretti da Vittorio Di Cicco, si svolsero tra il 1905 e il 1913. Dei risultati, l�??archeologo diede notizia con la prima relazione sugli scavi a monte Croccia-Cognato, pubblicata il 1909 sulla rivista �??Notizie degli scavi�?�. Contributi scientifici sono stati dati anche da Michele Lacava, Dinu Adamesteanu, Attilio Tremonti e più recentemente dal prof. Curti che ha studiato il complesso megalitico di �??Pietre de la Mola�?�, non lontano dalla cima del Monte Croccia. Sofisticati rilevamenti hanno permesso di ipotizzare che il complesso presenta allineamenti diretti alla posizione del Sole al solstizio d�??inverno ed al solstizio d�??estate: il megalite sarebbe stato quindi, verosimilmente nell�??et? del Bronzo, una sorta di �??calendario di pietra�?�.
Destinazione d'uso Culturale
Periodo di fruizione Tutti i giorni
Modalita' di gestione Indiretta
Servizi attivi - Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Sussidi e materiale informativo
- Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Gli ultimi interventi di restauro eseguiti su parte della muratura di cinta dell�??acropoli risalgono ai primi anni 90 e furono effettuati dalla Comunit? Montana Medio Basento. Per quanto concerne gli scavi, oltre a quelli eseguiti in diverse campagne di scavo all�??inizio del 1900 da Vittorio Di Cicco, si ricordano i lavori effettuati dal Prof. Curti nel 2005 e dall�??Universit? di Hildemberg nel 2012
Risorse necessarie per opere murarie 200000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 150000
Risorse necessarie per altro 50000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro Azioni di promozione
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta Si
Disponibilita' a forme di gestione indiretta Il parco è disponibile alla sottoscrizione di accordi formali con il corpo forestale, oggi confluito nell'arma dei carabinieri, per una gestione del sito volto alla sua valorizzazione.
Inoltre avvalendosi del CEAS, operativo nel campo dei servizi didattici ed educativi, potrebbe garantire ottimali servizi di fruizione
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale Allo stato attuale non esiste un piano di gestione
Sostenibilita' finanziaria Allo stato attuale non esiste un piano di gestione
Vincoli su territorio Naturalistici, paesaggistici ed archeologici
Conformita' urbanistica Conforme
Conformita' ambientale Conforme
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione preliminare