Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Acerenza
Codice fiscale/Partita IVA 80004220762
Comune Acerenza
CAP 85011
PEC protocollo@pec.comune.acerenza.pz.it
Legale rappresentante Fernando Teodoro Maria Scattone
Responsabile del procedimento
Nominativo FERNANDO TEODORO MARIA SCATTONE
Email fscattone.info@alice.it
Telefono 0971741129
Ruolo Sindaco
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Chiesa Santa Maria la Vetrana
Localizzazione
Localita' Acerenza
Indirizzo Via Vittorio Emanuele II Acerenza 2
Coordinate geografiche
Riferimenti catastali
Comune Acerenza
Foglio 23
Particella/e 339
Subalterno 1
Descrizione del bene
Natura prevalente Fabbricato
Periodo di realizzazione Anno 1500
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Il Cardinale Saraceno nella sua visita pastorale del 1543/44 presso la Diocesi di Acerenza, parla di una chiesa posta all'ingresso della strada che portava al Castro, intitolata a Santa Maria la Vetrana. La struttura presenta una balaustra in ferro battuto e sul portale è ben visibile lo stemma di Acerenza. Fu sede del primo Municipio di Acerenza.
Sintesi morfologica e tipologica L'attuale sede dell'Associazione combattenti e reduci è situata all'inizio di via Umberto I, arteria principale del borgo di Acerenza. E' perfettamente integrata nel complesso urbano.
Storia La chiesa Santa Maria la Vetrana, dall'unificazione d'Italia rispetta le esigenze di decoro urbano ed adesione alla moda della signorilit? borghese che portano ad un rifacimento delle facciate degli edifici che insistevano sulle vie più importanti. Alla base di questi interventi, oltre ad una motivazione di carattere igienico vi è appunto l'esigenza della classe borghese emergente di affermare il proprio prestigio sulla citt? nelle aree che gi? posseggono una riconosciuta centralit? e quindi sulle strutture architettoniche che meglio si prestano all'esigenza di affermazione sociale. Dopo il primo conflitto mondiale viene modificata la destinazione d'uso dell'immobile, il quale abbandona la sua iniziale connotazione di luogo di culto, per diventare sede dell'associazione combattenti e reduci.
Destinazione d'uso Culturale Fruibile
Periodo di fruizione Tutti i giorni
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
Servizi attivabili - Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Non sono stati effettuati restauri recenti
Risorse necessarie per opere murarie 50000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 10000
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta si
Disponibilita' a forme di gestione indiretta no
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale no
Sostenibilita' finanziaria no
Vincoli su territorio nessuno
Conformita' urbanistica si
Conformita' ambientale si
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione preliminare