Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Rionero in Vulture
Codice fiscale/Partita IVA 85000990763
Comune Rionero in Vulture
CAP 85028
PEC protocollo.rioneroinvulture@asmepec.it
Legale rappresentante Luigi Di Toro
Responsabile del procedimento
Nominativo LORENZO DI LUCCHIO
Email dilucchio@comune.rioneroinvulture.pz.it
Telefono 0972729225
Ruolo Responsabile del Servizio Urbanistica
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene PALAZZO FORTUNATO
Localizzazione
Localita' Rionero in Vulture
Indirizzo Via Garibaldi centro storico 2
Coordinate geografiche x: 40.925444 y: 15.674315
Riferimenti catastali
Comune Rionero in Vulture
Foglio 35
Particella/e 1470
Descrizione del bene
Natura prevalente Complesso architettonico
Periodo di realizzazione Anno 1700
Valutazione espressa dal MiBACT D.M.10/01/1958
Contesto Nasce nel 1728 quando Carmelio, capostipite della famiglia Fortunato proveniente da Giffoni, un paese in provincia di Salerno, apre a Rionero in Vulture il Palazzo che prender? il nome dei suoi proprietari. Il Palazzo, ubicato nella piazza principale del paese, oggi Piazza Giustino Fortunato, è stato più volte ristrutturato a causa dei danni subiti dai diversi terremoti nel corso degli anni, ultimo il terremoto del 23 novembre 1980. La struttura del Palazzo - che poggia su una superficie di circa 5.500 mq., con un complesso di circa 45 stanze - evidenzia una forma ad Elle con l�??ingresso principale sul lato maggiore. Attraversando un androne si accede in un grande cortile dal quale, tramite una elegante scalinata, si accede al bellissimo giardino. Nel Palazzo vi soggiornarono personaggi illustri quali Giuseppe Bonaparte nel 1807, Ferdinando II di Borbone nel 1846, Giuseppe Zanardelli nel 1902 e tanti altri come Croce, Salvemini, Nitti. E�?? storia recente l�??acquisto del Palazzo da parte dell�??Amministrazione Comunale nel 1972. Nel 1956 viene dichiarato dal Ministero alla Pubblica Istruzione �??Monumento di notevole interesse storico�?�.
Sintesi morfologica e tipologica Nel 1973 è stato acquistato dal Comune e dal 1977 è allocato al 1? piano la Biblioteca Comunale. Alla fine del 1700 è stato prolungato, poi abbellito e ricostruito dopo il terremoto del 1851 e nuovamente ampliato nel 1881. Ristrutturato dopo il terremoto del 1930 e poi dopo quello del 1980.
Storia Le uniche fonti di riferimento sono un�??epigrafe ed un rilievo tecnico delle facciate del Palazzo risalente al 1881.
Destinazione d'uso Culturale
Periodo di fruizione visitabile gratuitamente dal luned? al venerd? dalle ore 09.00 alle ore 17.30
Modalita' di gestione Diretta
Servizi attivi - Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Editoria e vendita di cataloghi
- Sussidi e materiale informativo
- Riproduzioni
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione in seguito al terremoto del 1980 l'immobile ha subito un intervento di restauro.
è stata fortificata tutta l�??opera muraria, nel contempo è stato realizzato l�??impianto di riscaldamento centralizzato. Lo stato di consistenza è buono. Richiede interventi d manutenzione agli infissi originari alcuni dei quali non possono più essere aperti; le travi del soffitto in legno sono aggredite notevolmente dai tarli; un solo angolo del tetto del Palazzo richiede la revisione. Gli impianti hanno la necessit? di essere adeguati al fine di permettere un risparmio energetico.
Risorse necessarie per opere murarie 65000
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 20000
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta si
Disponibilita' a forme di gestione indiretta no
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale l'immobile è gestito direttamente dall'Amministrazione comunale con risorse proprie di bilancio.
Sostenibilita' finanziaria si
Vincoli su territorio D.M.10/01/1958
D.Lgs. 42/04
Conformita' urbanistica L'intervento è conforme al Regolamento Urbanistico Comunale
Conformita' ambientale L'intervento è conforme alle disposizioni legislative in materia.
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile