Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Ruoti
Codice fiscale/Partita IVA 80002470765
Comune Ruoti
CAP 85056
PEC comune.ruoti@ruoti.gov.it
Legale rappresentante Rosario Famularo
Responsabile del procedimento
Nominativo Rosario FAMULARO
Email rosariofamularo@libero.it
Telefono 0971704223
Ruolo Responsabile Area Tecnica
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene Villa San. Giovanni di Ruoti
Localizzazione
Localita' Ruoti
Indirizzo Villa San Giovanni di Ruoti C.da S. Giovanni
Coordinate geografiche 40?44'10.7
Riferimenti catastali
Comune Ruoti
Foglio 5
Particella/e 33, 81, 752
Descrizione del bene
Natura prevalente Complesso architettonico
Periodo di realizzazione Anno dal I? sec d.C. e fino al V? sec. d.C.
Valutazione espressa dal MiBACT Nessuna
Contesto Il bene (resti di una villa romana e tardo antica) si trova allocato nel territorio del Comune di Ruoti in area extra urbana e precisamente nella localit? San Giovanni di Ruoti, situata a circa 4 km dal centro urbano di Ruoti e a circa 25 km a NO di Potenza, sul versante settentrionale della fiumara di Avigliano.
Sintesi morfologica e tipologica Le strutture rinvenute durante lo scavo indicano tre fasi principali di sviluppo. La villa della fase più antica (periodo 1), che risale all'inizio del I sec. d.C., consisteva in una serie di ambienti disposti attorno a un cortile. trattarsi di una modesta struttura i cui elementi più interessanti sono i grandi focolari e un canale che si estende lungo il lato Ν con impianti di tipo industriale, forse un piccolo mulino ad acqua. La villa fu abbandonata intorno al 220 d.C. Intorno al 350 d.C. la villa fu rioccupata (periodo 2). Un piccolo ambiente termale con ipocausto venne aggiunto e una struttura massiccia, presumibilmente una torre, a SE. L'edificio rimase occupato fin verso il 400 d.C. Le fasi più tarde (periodo 3) forniscono una testimonianza di notevole interesse per una villa dell'epoca tardo-antica. L'ambiente principale consisteva in un'ampia sala absidata e, separati da uno stretto corridoio, si trovano una serie di stalle e altri ambienti di servizio. Dopo l'inizio del periodo 3A fu realizzato, nell'angolo SE dell'area, un complesso termale rifornito con acqua proveniente da un acquedotto. Un pilastro in pietra calcarea e un'imposta, provenienti dalle finestre, mostrano che queste erano disposte a galleria oppure a formare una serie di bifore. Annessa a quest'ala è una stanza dalla planimetria irregolare, probabilmente una torre. Le tre stanze più a oriente del settore Ν formavano un appartamento separato consistente in un ambiente longitudinale e in due stanze quadrate di dimensioni minori. L'ambiente longitudinale, con pavimento a mosaico era probabilmente una sala da pranzo. La serie di edifici del periodo 3A venne estesa per congiungersi alla nuova abside e la stanza centrale fu ricostruita con interno circolare a quattro nicchie. La stanza era probabilmente ricoperta da una cupola ed è possibile che formasse un vestibolo adducente al corridoio centrale. Fu realizzato nel frigidarium un nuovo pavimento musivo e l'acquedotto venne ricostruito su un diverso tracciato. La villa rappresenta dunque un importante stadio nello sviluppo dell'architettura domestica nel momento in cui si stavano abbandonando i canoni della villa classica per sviluppare nuovi tipi di edifici. La struttura inizi? a decadere all'inizio del VI sec. d.C.prima che l'area Ν venisse distrutta da un incendio, poco prima del 550 d.C.; dopo questo evento il sito non venne rioccupato.
Storia E. Fabbricotti, Ruoti (Potenza). Scavi in localit? Fontana Bona 1972, in NSc, 1979, pp. 347-413;
A. M. Small, Scavo di San Giovanni di Ruoti, in AA.VV., L'epos greco in Occidente. Atti del XIX Convegno di Studi sulla Magna Grecia, Taranto 1979, Taranto 1980 (1989), pp. 415-418;
M. Gualtieri (ed.), Lo scavo di S. Giovanni di Ruoti ed il periodo tardoantico in Basilicata. Atti della tavola rotonda, Roma 1981, Bari 1983, passim;
J. Freed, San Giovanni di Ruoti. Cultural Discontinuity between the Early and Late Roman Empire in Southern Italy, in C. Malone (ed.), Classical and Medieval Archaeology. Papers in Italian Archaeology, IV, 4 (BAR, Int. S. 246), Oxford 1985, pp. 179-193;
A. M. Small, J. Freed, S. Giovanni di Ruoti (Basilicata). Il contesto della villa tardo romana, in A. Giardina (ed.), Societ? romana e impero tardoantico, 3. Le merci. Gli insediamenti, Roma-Bari 1986, pp. 97-126;
J. Rossiter, Lamps from the Late Roman Middens at San Giovanni di Ruoti, in AMediev, XV, 1988, pp. 553-560;
A. Small, R. Buck, The Excavations of San Giovanni di Ruoti, I. The Villas and Their Environment, Toronto 1994;
C. J�?� Simpson e altri, The Excavations of San Giovanni di Ruoti, II. The Small Finds, Toronto, in corso di stampa.
Alastair M. Small, Francesco Tarlano , La villa romana e tardoantica di San Giovanni di Ruoti (Basilicata)
Una sintesi,(ed.) Pisani Teodosio Edizioni, 2016;
Destinazione d'uso Non utilizzato visitabile
Periodo di fruizione tutti i giorni
Modalita' di gestione Indiretta
Servizi attivi - Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Pulizia
- Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Accoglienza
- Informazione
- Guida e assistenza didattica
- Caffetteria
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
- Iniziative promozionali
- Pulizia
- Vigilanza e biglietteria
- Visita e vigilanza
Non fruibilita' Abbandono e degrado del bene . Assenza sentieri di accesso. Assenza di parcheggi. Assenza di servizi
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione Campagna di scavi archeologici eseguita negli anni 1975-1980.
Abbandono e degrado del bene . Assenza sentieri di accesso. Assenza di parcheggi. Assenza di servizi
Risorse necessarie per opere murarie 0
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 50000
Risorse necessarie per altro 450000
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro Recinzione del sito,
Realizzazione di opere di drenaggio (a monte del sito) per l�??allontanamento delle acque meteoriche,
Ripristino e protezione delle strutture archeologiche (murature),
Realizzazione di percorsi protetti all�??interno del complesso archeologico,
Segnaletica,
Realizzazione di chiosco informativo e locali per i servizi igienici.
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta no
Disponibilita' a forme di gestione indiretta L'Amministrazione Comunale intende affidare a terzi la gestione del bene, privilegiando le associazioni di volontariato presenti sul territorio, tra le quali si annovera l'associazione Miss 48 che da tempo opera per la valorizzazione del sito organizzando eventi cultuurali e visite guidate al sito.
Risorse aggiuntive Le risorse umane saranno fornite dalle associazioni di volontariato che opereranno la gestione del sito
Sostenibilita' gestionale Non esiste un piano di gestione economica e finanziaria, saranno attivate tutte le procedure per addivenire all�??individuazione di un gestore privato che espliciter? le modalit? di svolgimento del servizio
Sostenibilita' finanziaria Pulizia 1.000,00/anno
Manutenzione ordinaria 2.000,00/anno
tot spese 3.000,00/anno
Risorse per visite guidate
scolaresche n? 600 alunni costo 5 = 3.000,00/anno
Vincoli su territorio Area archeologica
Conformita' urbanistica L'intervento è conforme al vigente R.U.
Conformita' ambientale Le opere da realizzare sono conformi alle disposizioni urbanistiche che individuano l'area come zona archeologica
Eventuali risorse aggiuntive Le risorse umane saranno fornite dalle associazioni di volontariato che opereranno la gestione del sito
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile