Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Tito
Codice fiscale/Partita IVA 00128970761
Comune Tito
CAP 85050
PEC protocollo@pec.comune.tito.pz.it
Legale rappresentante GRAZIANO SCAVONE
Responsabile del procedimento
Nominativo ANTONIO DOLCE
Email antonio.dolce@comune.tito.pz.it
Telefono 0971796201
Ruolo I.T. Servizio Tecnico Urbanistico Comunale
Denominazione del bene tangibile
Nome del bene RIFUGIO CASERMETTA
Localizzazione
Localita' Tito
Indirizzo SCHIENA D'ASINO LOC. SNC
Coordinate geografiche N. 40?32'4.08 E. 15?42'11.45
Riferimenti catastali
Comune Tito
Foglio 64
Particella/e 27
Descrizione del bene
Natura prevalente Fabbricato
Periodo di realizzazione Anno 2005
Valutazione espressa dal MiBACT Parco Nazionale dell'Appenino Lucano Val d'Agri Lagonegrese
Contesto Risulta fondamentale evidenziare come tutta l'area in cui e' allocato il rifugio "La Casermetta", nel tempo e' stato oggetto di una serie di interventi che ne hanno accresciuto in maniera esponenziale l'attrattiva turistica e la valenza ambientale. Si segnalano i lavori di recupero e valorizzazione dell'area picnic, della sentieristica, con la realizzazione di percorsi natura e fitness per la fruizione pubblica dell'area limitrofa al rifugio e di quella al limitare del Bosco Zanfroneta, finanziati dalla misura 227 II Bando del P.S.R. Basilicata 2007-2013, i lavori di manutenzione straordinaria della strada di accesso al sito, finanziati con le risorse di cui al Programma di Sviluppo Rurale Basilicata 2007/2013, di cui al regolamento CE n. 1698/05 e ss.mm.ii., approvato con Determinazione di Giunta Regionale n. 1163 del 26 settembre 2014, pubblicata sul B.U.R. n. 37 del 1 ottobre 2014, riferita al Bando PSR Basilicata 2007/2013 - Misura 125
Sintesi morfologica e tipologica Per l'importanza e la valenza turistico/ambientale del luogo, l'amministrazione comunale, nell'anno 2004 ha proceduto a dare attuazione ad un progetto di recupero e valorizzazione del sito stesso che ha previsto, oltre alla realizzazione di una serie di interventi di sistemazione e miglioramento della fruibilita' dei luoghi, anche la costruzione di un fabbricato da destinarsi a struttura ricettiva. Il corpo di fabbrica risulta costituito da due livelli di cui il piano terra destinato a zona giorno (reception e sala ristorante), il piano prima ad alloggio per gli ospiti. Il progetto di cui sopra e' stato completato e la struttura risulta ultimata sia per cio' che riguarda le strutture che le finiture e gli impianti.
Storia Il rifugio ricade nel perimetro del Parco Nazionale dell'Appennino Lucano, Val d'Agri-Lagonegrese e si trova nelle immediate vicinanze del sito della Torre di Satriano.
La Torre si erge a circa 1000 metri di altezza distaccandosi nettamente dal paesaggio montuoso e collinare che la circonda connotando l'orizzonte di un'area vastissima della Basilicata centrale, e' un sito di straordinaria rilevanza poiche' consente di tracciare un percorso storico di lunga durata che va dalla media Eta' del Bronzo fino al Basso Medioevo.
Destinazione d'uso Ludico/ricreativo Fruibile
Periodo di fruizione Tutti i giorni sia nel periodo primaverile/estivo che nel periodo autunnale/invernale
Modalita' di gestione Indiretta
Servizi attivi - Accoglienza
- Visita e vigilanza
Servizi attivabili - Accoglienza
- Guida e assistenza didattica
- Ristorazione
- Organizzazione di mostre e manifestazioni culturali
Completamento ai fini della valorizzazione e fruizione
Data e storia recente dei restauri e degli interventi di conservazione
Risorse necessarie per opere murarie 0
Risorse necessarie per attrezzature e allestimenti 78463
Risorse necessarie per altro 0
Eventuale descrizione risorse necessarie per altro
Intese istituzionali
Disponibilita' a forme di gestione diretta Si ritiene fondamentale, per una maggiore fruibilità del sito, la gestione mediante affidamento all'esterno del servizio
Disponibilita' a forme di gestione indiretta L'amministrazione conferma la propria disponibilita' a forme di gestione indiretta qualora la Regione predisponesse un piano di finanziamento di imprese di gestione beni culturali ed eventuali Accordi per la messa a disposizione del bene
Risorse aggiuntive
Sostenibilita' gestionale Nessuno
Sostenibilita' finanziaria Nessuno
Vincoli su territorio Vincoli di tutela paesaggistico/ambientale - Parco Nazionale dell'Appenino Lucano - Val d'Agri Lagonegrese
Conformita' urbanistica Confome
Conformita' ambientale Conforme
Eventuali risorse aggiuntive
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile