Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Vietri di Potenza
Codice fiscale/Partita IVA 80002690768
Comune Vietri di Potenza
CAP 85058
PEC protocollo@pec.comune.vietridipotenza.pz.it
Legale rappresentante Christian Giordano
Responsabile del procedimento
Nominativo CHRISTIAN GIORDANO
Email christiangiordano85@gmail.com
Telefono 0971708002
Ruolo SINDACO
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene Le Taverne di Vietri
Localizzazione
Luogo culturale ALCUNE VIE E PIAZZE DEL CENTRO STORICO DEL PAESE
Localizzazione geografica Vietri per secoli è stata meta di passaggio obbligata per tutti i viaggiatori che si spostavano dalla Lucania in direzione della Campania Felix e viceversa . Fin dall'epoca romana ,ha sviluppato un sistema di accoglienza diffusa , facendola divenire uno dei centri commerciali più importanti del territorio, tra 16? e fine del 19? secolo le Taverne di Vietri assunsero il ruolo di un vero e proprio punto strategico della regione, esse funzionavano da Caravan Serraglio , i viaggiatori si ristoravano, dormivano ed avevano la possibilit? di trovare cavalli freschi per il viaggio. Nei secoli molti sono stati i viaggiatori più o meno illustri che hanno approfittato dell'accoglienza dell'anntico borgo, tra questi il pittore e letterato inglese E. Lear che nella met? del 800 visit? mezza Europa passando tra il 1846 ed il 1847 in Lucania, ( Viaggio in Basilicata - E. Lear). Egli descrive la Basilicata e il territorio di Vietri come povero ma verde e lussureggiante , le taverne come le migliori incontrate nel basso regno borbonico.
Descrizione del bene
Aree tematiche - Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
- Demoetnoantropologica (Tradizioni, riti, ...)
- Linguistica (dialetti, ...)
- Territoriale-ambientale
Valutazione interesse culturale La manifestazione si propone di sperimentare nuove forme culturali di progettazione e programmazione , promuovendo e valorizzando la concertazione tra l'ente locale, l'associazionismo, la cooperazione sociale, la scuola ; Di perseguire nuove forme di gestione al giovanile, promuovendo la attribuzione di incarichi gestionali alla cooperazione sociale, all'associazionismo ed al volontariato; Vietri, oltre ad avere un ampio ed apprezzato patrimonio enogastronomico (prodotti da forno: "calzoni con la minestra", strufoli, biscotti tipici; pasta tipica artigianale; specialità gastronomiche: "patate rosse"... solo per citarne alcune), è stata insignita del riconoscimento di città dell'olio, per via della elevatissima qualità dell'olio extra vergine di oliva prodotto in questo territorio (l'olio extravergine di oliva può essere considerato a pieno titolo il principe della dieta mediterranea, che a partire dal 2010 è stata inserita nel Patrimonio UNESCO). Proprio partendo dall'olio extra vergine di oliva locale, la mensa scolastica del comune di Vietri di potenza ha assunto la connotazione di Mensa a km 0 e rifiuti free, con l'obbiettivo finale di azzerare completamente i rifiuti e di utlizzare esclusivamente prodotti del territorio vietrese, e quindi della dieta mediterranea. Nasce quindi dalla quotidianità un vero e proprio percorso culturale (non solo enogastronomico) che accompagna costantemente i cittadini vietresi fino a culminare nella vetrina di prodotti e tradizioni.
Contesto Vietri è situato al centro dell'area programma Marmo-Melandro. L'antica Campi Veteris da sempre è la porta della Lucania ad occidente. Il centro, da sempre, fin dall'epoca romana ha rivestito una importanza strategica come punto di comunicazione obbligata per gli scambi tra l'Adriatico e il Tirreno e viceversa. Ecco perché nel centro si è sviluppato una economia rurale ed enogastronomica di eccellenza. I prodotti autoctoni di Vietri sono eccellenze decantate e degustate dai tanti visitatori che nei secoli si sono succeduti ed hanno attraversato il suo borgo.
Vietri è situato al centro dell'area programma Marmo-Melandro. L'antica Campi Veteris da sempre è la porta della Lucania ad occidente. Il centro, da sempre, fin dall'epoca romana ha rivestito una importanza strategica come punto di comunicazione obbligata per gli scambi tra l'Adriatico e il Tirreno e viceversa. Ecco perché nel centro si è sviluppato una economia rurale ed enogastronomica di eccellenza. I prodotti autoctoni di Vietri sono eccellenze decantate e degustate dai tanti visitatori che nei secoli si sono succeduti ed hanno attraversato il suo borgo.
Vietri è stata decantata da viaggiatori mitteleuropei come Snhars e Lear. La vecchia statale 94, che l'attraversa, ha visto passare migliaia di viaggiatori fino alla realizzazione della Basentana. Il paese per decenni divenne un mercato, un percorso gastronomico a cielo aperto capace di vitalizzare e far crescere una economia agricola di eccellenza. Ecco perché i prodotti Vietresi sono conosciuti ovunque. Piu' di altre realt? dell'area del Melandro, Vietri ha strutturato una vocazione realmente enogastronomica.
In un territorio come quello del Melandro, privo di grandi macroattrattori, al di fuori dalla macro aree turistiche individuati dalla regione, in un territorio privo di una conclamata tradizione riconducibile alla promozione immateriale, LE TAVERNE e Vietri possono diventare una porta aperta ad occidente rispetto alle velleit? turistiche della intera regione Basilicata. La promozione culturale è un settore di rilevante importanza per la sua valenza di tipo Economico, una esperienza gi? testata come LE TAVERNE è in grado di valorizzare un patrimonio di esperienze presenti sul territorio, varie e significative
Descrizione modalita' di gestione Realizzazione di un percorso dedicato alla promozione delle taverne ed ai prodotti agricoli locali cui Vietri è famosa in tutta la Regione.
Caratteristiche significative Realizzazione di un percorso scenico con suoni e luci e con allestimento di più taverne in Grado valorizzare i prodotti tipici vietresi
Bibliografia Viaggio in Basilicata (1847) - Lear Edward - Libro Osanna venosa
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive
Attivita' proposte
- Acquisto e/o noleggio attrezzature necessarie all'allestimento scenico;
- acquisto e/o noleggio sistemi audio / video e luci da collegare lungo il percorso;
- acquisto e/noleggio stand
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da 4 a 7 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare Attivit? gi? realizzate
Calendario attivita' venerd?, sabato e domenica di met? agosto
Piano dei costi Euro 40.000,00 annue
Piano dei ricavi Non esiste un piano dei ricavi ma vi è una forte ricaduta economica su tutte le attivit? commerciali e sulla ristorazione / alberghiera del Comune
Partecipazione comunita' Vi è una partecipazione collettiva dell'intera collettivit? in quanto ognuno si identifica e si immedesima nella manifestazione che si andr? ad allestire, soprattutto le attivit? artigianali ed economiche.
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile