Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione SPINOSO
Codice fiscale/Partita IVA 81000110767
Comune Spinoso
CAP 85039
PEC comune.spinoso@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante MARIO SOLIMANDO
Responsabile del procedimento
Nominativo MARIO SOLIMANDO
Email solimandomario@tiscali.it
Telefono 0971.459001
Ruolo Sindaco
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene MNEMOSYNE. STORIE E STORIA DI UNA COMUNITA'.
Localizzazione
Luogo culturale Il luogo culturale è rappresentato dalla comunit? di Spinoso. Il bene intangibile è la memoria di tradizioni, eventi ed esperienze personali, che altrimenti andrebbe irrimediabilmente perduta. La necessit? di conservare quel poco che resta è un dovere ineluttabile sia come forma di rispetto per le generazioni che ci hanno preceduto, sia come lascito ereditario di chi giunger? dopo di loro.
Localizzazione geografica Gli elementi tangibili di un percorso relativo alla storia e alle storie che hanno caratterizzato la comunit? di Spinoso sono diversi. In modo particolare esistono documenti a cui non è stata data la giusta attenzione da parte degli storici e che è possibile ricondurre all'azione nell'Ottocento di Antonio e Giacomo Racioppi, di famiglia spinosose. Proprio quest'ultimo ha contribuito alla raccolta e alla pubblicazione dei canti popolari di Spinoso, pubblicati a Torino dal Casetti Imbriani. L'oralit? ha rappresentato quindi sin dalla fine dell'Ottocento un bene da salvaguardare se il nostro massimo storico ha deciso di sceglierlo tra i diversi della VAl d'Agri. Dagli elementi tangibili inoltre non va escluso il catasto Onciario di Spinoso, depositato presso l'Archivio di Stato di Napoli e che necessita di pubblicazione. A questo va aggiunto in epoca più recente il lavoro di ricerca svolto tra gli anziani del paese, sugli usi e le tradizioni popolari.
A questi testi occorre aggiungere le pellicole di un superbo manoscritto, andato perduto, che è appartenuto all'Abate Racioppi e che non merita il dimenticatoio. Potrebbe offrire spunti interessanti sulla Scuola Romantica di SPinoso, una scuola all'avanguardia, di ispirazione mazziniana che vede nel filosofo Francesco Antonio Casale.
Descrizione del bene
Aree tematiche - Storica (momenti, aspetti/problematiche, protagonisti)
- Demoetnoantropologica (Tradizioni, riti, ...)
- Linguistica (dialetti, ...)
Valutazione interesse culturale L'interesse culturale del progetto Mnemosyne è notevole. Non solo interviene per salvaguardare gli ultimi elementi di oralit? presenti sul territorio, ma anche fornire gli strumenti di lettura della propria storia attraverso documenti mai compulsati e studiati. L'unicit? della ricerca, inoltre, ha tra gli altri obiettivi quello di indagare un periodo di grande vitalit? per Spinoso, ospitando la cittadina valligiana una delle 3 scuole romantiche, come scritto e dimostrato dal noto storico Tommaso Ped?o. Lo stesso Giacinto Albini fu precettore di F. A. Casale a Spinoso, dove poté respirare un'aria moderna ed europea.
Contesto Il Contesto storico include il periodo che va dalla rivoluzione partenopea del 1799 all'Unit? d'Italia. Da un punto di vista culturale il Romanticismo si sposa con le idee libertarie e Spinoso si pone come culla di formazione della nuova classe borghese, militante e attiva, che determiner? l'insurrezione del 16 agosto 1860 a Corleto Perticara. Tra gli obiettivi quindi vi è quello di individuare e salvare dall'oblio tutto ci? che si sta rischiando di perdere definitivamente, dalla documentazione storica alla memoria di anziani che ricordano storie, eventi, fiabe e modi di dire.
Descrizione modalita' di gestione L'unica conservazione possibile è quella che passa attraverso un progetto editoriale di pubblicazione sia delle fonti orali che scritte. Solo cos? sar? possibile fornire agli studiosi gli strumenti su cui appoggiare un rigoroso studio critico.
Caratteristiche significative La memoria di una collettivit? per quanto carica di storia, per quanto frutto di un processo nobile e antico, non solo è intangibile ma è soggetta ad una lenta erosione legata al rompersi del circuito dell'oralit? tra le generazioni. Le ricerche del RAcioppi e quelle più recenti di Rainer Bigalke sul dialetto spinosese necessitano di un robusto intervento editoriale che salvi prima che sei troppo tardi frammenti linguistici, dialettali, antropologici e storici di un borgo, che pur essendo stato culla di personaggi importanti, non è mai stato degnamente valorizzato.
Bibliografia Tommaso Pedio, Storia della bibliografia lucana, Edizioni Osanna, Venosa 1984.
Statistica del Comune di Spinoso nel 1841, a cura di Antonio Capano) Finiguerra, Lavello 2006.
Casetti-Imbriani, Canti popolari di Spinoso, Torino 1902.
Giacomo Racioppi, Storia dei popoli della Lucania e della Basilicata, Loescher, Torino 1889.
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive Le difficolt? in cui versano le casse del Comune di Spinoso non consentono di stanziare una cifra superiore ai 1.500 euro, all'anno, dei 7.500 necessari per il 2015.
Attivita' proposte Anno 2015: Pubblicazione in 1000 copie del materiale orale raccolto da un gruppo di ricerca presso gli anziani del paese dal 2005 al 2007. Il lavoro consister? nello sbobinamento del materiale,gi? registrato, nella traduzione in italiano, nell'impaginazione grafica ed editoriale. Quindi organizzazione di un convegno sull'importanza dell'oralit? con eminenti studiosi e ricercatori. Totale spese 7.500,00 euro.
Anno 2016: Trascrizione del manoscritto di Antonio Racioppi e pubblicazione a cura di uno storico. Convegno di presentazione del volume. Totale 10.000,00 euro.
Anno 2017: Acquisizione del Catasto Onciario di Spinoso presso la Biblioteca Nazionale di Napoli. Publicazione del volume e convegno sulla Scuola Romantica di Spinoso. Totale 7.500,00 euro.
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? No, da realizzare per la prima volta
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare Si tratta di pubblicare un libro all'anno nell'ambito del progetto Mnemosyne dedicato alla memoria e al suo salvataggio. Ad ogni lbro si accompagner? un convegno. Uno all'anno per 3 anni.
Calendario attivita' Anno 2016: Trascrizione del manoscritto di Antonio Racioppi e pubblicazione a cura di uno storico. Convegno di presentazione del volume. Totale 10.000,00 euro. Periodo agosto.
Anno 2016: Trascrizione del manoscritto di Antonio Racioppi e pubblicazione a cura di uno storico. Convegno di presentazione del volume. Totale 10.000,00 euro. Periodo agosto
Piano dei costi Anno 2017: Acquisizione del Catasto Onciario di Spinoso presso la Biblioteca Nazionale di Napoli. Publicazione del volume e convegno sulla Scuola Romantica di Spinoso. Totale 7.500,00 euro.
Piano dei ricavi Il progetto non ha ricavi. Il volume sar? donato alla popolazione e sar? distribuito presso l'Universit?, le Deputazioni di storia patria e i ricercatori che si interessano della Storia del Risorgimento.
Partecipazione comunita' La popolazione sar? parte attiva nel progetto Mnemosyne 2015. Il contributo orale proverr? dagli anziani del paese che racconteranno le loro esperienze ma anche canti e favole. Il convegno li nvedr? coinvolti come testimoni. Per quanto riguarda le pubblicazioni 2016 e 2017, il convegno e la consegna del libro in ogni casa e famiglia li render? edotti dell'importanza della storia che ha coinvolto Spinoso nell'Ottocento.
Stato della progettazione Progettazione preliminare