Attenzione! Il browser in uso è obsoleto e si potrebbero verificare anomalie nella visualizzazione o durante la procedura, si consiglia di installare un browser aggiornato.
Patrimonio culturale della Basilicata Regione Basilicata
Riferimenti dell'Ente
Qualificazione giuridica Comune
Denominazione Comune di Pisticci
Codice fiscale/Partita IVA 00116240771
Comune Pisticci
CAP 75015
PEC comune.pisticci@cert.ruparbasilicata.it
Legale rappresentante Viviana Verri
Responsabile del procedimento
Nominativo ADELE ESPOSITO
Email biblotecapisticci@hotmail.it
Telefono 0835583424
Ruolo RESPONSABILE DEI SERVIZI CULTURALI
Denominazione del bene intangibile
Nome del bene Bianco calce - Bianco bellezza
Localizzazione
Luogo culturale Pisticci, in provincia di Matera è citt? bianca del Sud Italia e necessita di interventi di rilancio a partire dal recupero delle identit? locali e dal suo centro storico principale area soggetta a spopolamento e degrado ma allo stesso tempo il nucleo originario da cui attivare un percorso di tutela e valorizzazione culturale. La calce, dalla quale deriva il bianco dei prospetti delle tipiche case a schiera, è identit? culturale locale. Obiettivo è riportare alla luce la dimensione urbana del colore e i particolari costruttivi tipici dell'architettura pisticcese attraverso la partecipazione.
Localizzazione geografica Il bianco è bellezza, è l'identit? di Pisticci in particolare del suo nucleo storico - i rioni Terravecchia, Dirupo, Croci, Tredici - con le sue casette bianche a schiera, tipiche di una architettura spontanea contadina, che si affacciano sui calanchi.
Descrizione del bene
Aree tematiche - Saperi tecnici e artigianali
- Territoriale-ambientale
Valutazione interesse culturale La pratica della pittura a calce è ben riconosciuta nella comunit? locale, in quanto radicata nella tradizione degli abitanti di Pisticci, i quali si prendevano cura della propria casa dandone decoro e pulizia. La calce, infatti è uno dei materiali più antichi, utile come disinfettante ma anche per ridare vita al bianco originale di abitazioni e muretti. L�??abbandono e il degrado degli spazi pubblici assieme alla scomparsa degli antichi mestieri, che con il tempo hanno caratterizzato l�??evolversi della comunit? pisticcese, hanno fatto emergere la necessit? di ridare la bellezza bianca di cui Pisticci vantava.
Contesto Dal Rione Croci al Rione Terravecchia, passando per Rione Tredici e Rione Dirupo si sviluppa un percorso panoramico che lambisce l'agglomerato urbano nel suo tessuto più storico e originario, la cui conformazione plano altimetrica è stata definita dagli eventi franosi che dal 1688 (rione terravecchia) al 1974 (Rione Croci) hanno interessato il versante meridionale della collina su cui sorge l'abitato. Tipiche dell'agglomerato urbano storico sono le casette bianche a schiera, spesso sopraelevate a più livelli e che in alcuni casi presentano prospetti tinteggiati dei più svariati colori, piuttosto che abbandonati all'incuria. Gli stessi particolari costruttivi, insieme ai materiali tradizionali, rischiano di scomparire a favore dei materiali più contemporanei, poco compatibili con le caratteristiche storiche dell'edificato. I cittadini devono riappropriarsi dei materiali e delle antiche tecniche solo cos? sar? possibile riattivare il patrimonio e insieme nuove filiere produttive dell'artigianato.
Descrizione modalita' di gestione Da Ottobre 2014 il Circolo Legambiente di Pisticci in collaborazione con AVIS Pisticci ed un rivenditore locale di materiali edili, ha promosso il progetto Imbianchini di Bellezza, un format urbano il cui focus è la rigenerazione urbana dal basso con l'obiettivo di riqualificare le parti pubbliche del centro storico applicando l'antica tecnica di tinteggiatura bianca a calce incontrandosi quasi ogni sabato. Trattasi di un gruppo di volontari di ogni et?, diventato sempre più numeroso, impegnato a riscoprire e valorizzare le identit? architettoniche locali coinvolgendo prima di tutto i residenti, gli studenti e i vecchi maestri artigiani. L�??incontro settimanale degli Imbianchini ha confermato la possibilit? di diffondere la memoria storica e la cultura attraverso la pratica: grandi e piccoli si trovano insieme ad imparare a miscelare la calce, a comprenderne gli usi e ad applicarla nel rispetto dell�??ambiente e della sicurezza.
Caratteristiche significative Punto di partenza è il bianco calce che caratterizza il paesaggio urbano e che rappresenta una tradizione dell'artigianato locale, in particolare del Rione Dirupo dove gran parte della comunit? - trasferitasi anche in altri luoghi del territorio - affonda le proprie radici. Valorizzare per conoscere ed incrementare la consapevolezza prima di tutto nei cittadini affinché diventi "brand" del territorio ed elemento di riconoscibilit? per Pisticci che ne determini un incremento dell'attrattivit? turistica.
Bibliografia
Piano di salvaguardia proposto
Risorse aggiuntive Risorse proprie Legambiente Circolo di Pisticci: risorse umane per tutoraggio e coordinamento delle attivit?.
Attivita' proposte Realizzazione di un percorso tematico Bianco Bellezza e di un programma annuale di attivit? di volontariato e divulgazione/approfondimento storico scientifico, raccolta di documentazione storica e fotografica, elaborazione del manuale del biancobellezza, cartellonista tematica per migliorare anche la riconoscibilit? dei particolari costruttivi tipici dell'architettura pisticcese (comignoli, tetti, infissi, mensole, cornici...).
E' gia' stato attivato un piano per la salvaguardia/rivitalizzazione e valorizzazione/fruibilita'? Si, da 1 a 3 anni
Descrizione attivita' realizzate o da realizzare Imbianchini di Bellezza : oltre 50 appuntamenti del sabato pomeriggio dedicati ad imbiancare le parti pubbliche del centro storico (da ottobre 2014 a febbraio 2017)
Rigenerazione Urbana dal Basso si pu? (Aprile - Dicembre 2015) : progetto cofinanziato da CSV basilicata di divulgazione della buona pratica della cittadinanza attiva e del volontariato, workshop tematici sull'architettura pistoiese, convegni pubblici di divulgazione urbanistica-architettura
Crowdfunding (Dicembre 2015) per l'acquisto di 100 kit del bianco bellezza
Campus della bellezza: mappatura partecipata dei particolari costruttivi dell'architettura pisticcese con cittadini e studenti, workshop di coprogettazione di un community hub per la rigenerazione urbana sostenibile a Pisticci.
Esplorazioni urbane del biancobellezza
Calendario attivita' Attivit? di volontariato . imbianchini di bellezza (1 volta al mese)
Convegni (1 all'anno)
Laboratori di comunit? per la cartellonistica (3 all'anno)
Censimenti e mappature tematiche partecipate con condivisione su OSM ( 4 all'anno)
Nei tre anni: realizzazione ed installazione della cartellonistica, organizzazione di eventi e di visite guidate, iniziative di promozione
Piano dei costi Materiale per attivit? di volontariato (calce, secchi, pennelli, guanti, tute, occhiali) : 6.500 euro
Comunicazione (stampati e comunicati) : 4.000 euro
Convegni e workshop (incontri pubblici, laboratori, mappature e censimenti): 2.500 euro
Materiale per laboratori di comunit?: 2.000 euro
Stampe e supporti per cartellonistica: 2500 euro
Piano dei ricavi Non si ipotizzano ricavi monetari diretti, il progetto mira comunque ad una riqualificazione territoriale e quindi turistica dei rioni storici pisticcesi.
Partecipazione comunita' Con le attivit? proposte e messe in campo dai volontari coinvolti nel progetto Imbianchini di Bellezza si intende rafforzare l'attivit? proposta. Le iniziative di divulgazione e animazione territoriale consentiranno al bene "bianco calce" di diventare patrimonio della comunit? che con le attivit? pratiche potr? diventare moltiplicatore dell'esperienza e della tecnica. Punto focale è la partecipazione ed il coinvolgimento diretto di tutti i soggetti che a diverso titolo possono fornire contributi attivi allo sviluppo del progetto (testimonianze orali e fotografiche, nozioni tecniche e culturali, innovazione con l'uso delle moderne tecnologie di analisi e raccolta dati e di comunicazione)
Stato della progettazione Progettazione esecutiva e cantierabile